Peste suina africana: Russia e Bielorussia rafforzano controlli su derrate alimentari

Tempo di lettura: 1 minuto

La e la rafforzeranno il controllo sul confine comune dell’Unione economica eurasiatica con i paesi dell’UE a causa dello scoppio della peste suina africana nell’ orientale, si legge nel messaggio del Rosselkhoznadzor (Servizio federale russo per la vigilanza veterinaria e fitosanitaria).

Rosselkhoznadzor, insieme al Dipartimento di controllo veterinario e alimentare del Ministero dell’ e dell’ della Bielorussia, fornirà ulteriori misure di controllo. Particolare attenzione verrà data ai prodotti che vengono trasportati nel bagaglio a mano.

“Le misure sono adottate a seguito della diffusa peste suina africana negli Stati membri dell’Unione europea, in particolare in Polonia e negli Stati baltici”, ha spiegato il Rosselkhoznadzor.

Come ufficio Kaliningrad di Rosselkhoznadzor notato , ora i casi di peste suina africana sono stati registrati in dieci paesi dell’UE.

La Slovacchia è stato l’ultimo paese a denunciare l’. Inoltre, il era stato precedentemente registrato in Lituania, Lettonia, Estonia, Polonia, , Ungheria, e Belgio.

Il governo ucraino ha anche segnalato diversi casi di peste suina africana. In Polonia, sono stati segnalati otto nuovi focolai nelle fattorie, tra cui una fattoria con oltre 3.300 maiali.

Fonte
uawire.org