Perché celebriamo la Giornata della Terra?

terra

Tempo di lettura: 3 minuti

Il senatore Gaylord (sì, davvero) Nelson fu ispirato dalle dimostrazioni contro la guerra del campus, nel 1969, sullo sfondo della fuoriuscita di petrolio di Santa Barbara e del fiammeggiante fiume Cuyahoga.

Il senatore si chiese perché simili esplosioni di energia, passione e idealismo non potessero andare verso una azione ambientale globale. Così propose una giornata dedicata a un “insegnamento” ambientale nazionale nei campus di tutto il paese, un’opportunità per celebrare “un di decenza, qualità e rispetto reciproco per tutti” gli esseri viventi.

Invece di affidarsi a un coordinamento centralizzato, Nelson ha insistito con astuzia sull’organizzazione di base, con le singole comunità che pianificavano gli eventi che desideravano.

Così, nelle parole di Nelson, la “si è organizzata”, con l’aiuto del suo corredo no profit, Environmental Teach-In , per promuovere la giornata e catalogare la sua moltitudine di eventi.

Perché celebrare la Giornata della Terra? Perché il ?

Alcuni credono che il 22 aprile sia stato scelto per celebrare la Giornata della Terra perché è in primavera, quando tutta la vita sulla Terra è ringiovanita, ma la verità è molto più prosaica.

La data del 22 Aprile è stata semplicemente scelta per adattarsi agli orari del campus tra le vacanze di primavera e gli esami finali (Stati Uniti).

La notizia si è diffusa attraverso i media mainstream sull’imminente “Teach-In nazionale sulla crisi dell’ambiente” e tutto si è unito alla perfezione.

Gli eventi includevano discorsi, discussioni, teatro e costruzione di coalizioni, tutti fatti in casa.

La partecipazione andava dalle assemblee scolastiche alla “marmellata umana” di 100.000 persone sulla Fifth Avenue a New York City .

Circa 20.000.000 di americani hanno partecipato alla Giornata della Terra, ma non solo attivisti e studenti: hanno preso parte casalinghe e scienziati, agricoltori e sindacati, gruppi religiosi, club civici e persino dirigenti d’azienda.

Molti avrebbero frequentato l’università, dove per dare una mano nella creazione di programmi di studio ambientali.

Naturalmente, la Giornata della Terra ha generato i suoi critici.

I leader del settore lo hanno visto come un attacco al corporativismo pesantemente inquinato, e hanno ironicamente sottolineato che veniva celebrato nel 100 ° anniversario del compleanno di Lenin.

Al contrario, i mancini credevano che il movimento ambientalista fosse una cortina di fumo per distrarre dai problemi di razzismo, povertà e militarismo.

Indipendentemente da ciò, la Giornata della Terra sembrava risuonare con il Joe medio, e il suo impatto nel persuadere i governi a cambiare leggi e atteggiamenti è innegabile: entro otto mesi dalla Giornata della Terra inaugurale, fu istituita l’ Agenzia per la degli Stati Uniti . Candidati politici americani legati alle industrie ad alto perse nel medio termine del 1970.

In effetti, gli anni settanta in America sono diventati il ​​”Decennio ambientale”, dando vita a una miriade di leggi e emendamenti ecologici, come il National Environmental Protection Act , l’ Endangered Species Act , il Clean Air and Clean Water Acts e il Occupational Health and Safety Act . Altre nuove leggi hanno protetto le e le terre pubbliche.

Da allora, ogni 22 aprile, le comunità di tutto il mondo hanno celebrato la Giornata della Terra a modo loro.

Eventi significativi hanno segnato il ventesimo e il trentesimo anniversario.

Nel 1990, 200.000.000 di cittadini hanno partecipato in 141 paesi mentre la Giornata della Terra è diventata globale.

Nel 2000, la Giornata della Terra è andata online, utilizzando Internet per raggiungere 183 paesi.

Quest’anno oltre un miliardo di persone in tutto il mondo parteciperanno alla Giornata della Terra.

Celebreremo la generosa e bellezza del nostro pianeta e chiederemo ai nostri leader di agire contro i pericoli dell’inquinamento e dei e dei loro effetti su tutti gli esseri viventi.

Migliaia di eventi condivideranno display digitali interattivi di persone, animali e luoghi minacciati dai cambiamenti climatici, nonché immagini di coloro che hanno fatto la differenza nella battaglia in corso.

Quest’anno si aggiunge anche il Covid-19, un’esplosione implacabile di un virus creato in un laboratorio e diffuso nella popolazione mondiale per scopi geopolitici.

Bisogna tutelare le risorse naturali e le specie in pericolo, bisogna dire NO alla violenza biotecnologica agli umani su questa terra per profitti tecnocratici di ingordigia economica.

Buona Giornata della Terra!