Paraguay, Lamborghini America Latina analizza installazione centro di sviluppo

Tempo di lettura: 2 minuti

Latin America analizza la possibilità di installare un centro di in Paraguay dal quale svilupperà ed esporterà in diverse parti del mondo, secondo quanto riferito lunedì dal primo dirigente dell’azienda in America Latina, Jorge Fernandez.

I piani della compagnia, in caso di insediamento nel paese, indicherebbero il decollo dell’ elettrica, sebbene Fernández non abbia chiarito se il Paraguay sarà il luogo prescelto, poiché il gruppo sta analizzando altri punti della regione.

“In questo momento stiamo facendo le analisi e le possibilità che dobbiamo stabilirci in Paraguay”, ha detto l’uomo d’affari ai media dopo aver incontrato il Ministro dell’Industria e del Commercio (MIC), Liz Cramer, e il presidente, Mario Abdo Benítez, in Il palazzo del governo.

Fernández ha messo in evidenza uno “sviluppo della forza lavoro molto importante” nel paese, nonché l’esistenza della legge 60/90, che garantisce benefici fiscali a persone fisiche o giuridiche con sede nel paese, se i loro sono coerenti con la politica del governo.

A questo proposito, Cramer ha confermato che l’esecutivo è interessato ad attirare la capitale della Lamborghini nel paese per esplorare “opportunità di investimento e sviluppo nel settore automobilistico delle ”.

“L’idea di questa visita è di mostrare l’alto interesse che il governo ha nel dargli il supporto necessario attraverso tutti gli strumenti che abbiamo per gli investimenti e lo sviluppo”, ha detto il ministro.

“Parleremo con l’Industrial Park (PTI) in tutto ciò che è la mobilità elettrica, con il Ministero dei Lavori Pubblici e delle Comunicazioni (MOPC) per essere in grado di dimostrare loro che i nostri interessi interistituzionali sono accompagnati dal Presidente della Repubblica” Cramer aggiunto.

Il capo del MIC ha inoltre informato che Lamborghini non è solo alla ricerca di un centro per lo sviluppo dell’industria automobilistica, ma è disposta a esplorare consociate con società paraguaiane.

Tuttavia, Fernández ha evitato di parlare di cifre sugli investimenti fino al luogo in cui sarebbe stata installata la società, che è già stata prodotta in Argentina, Uruguay e Brasile.

Fonte
EFE