ONU, indice dei prezzi alimentari è aumentato del 2,5%

Tempo di lettura: 1 minuto

I prezzi globali degli alimenti hanno toccato il massimo di cinque anni a dicembre, ha dichiarato giovedì l’Organizzazione delle per l’ e l’ (FAO).

L’indice dei prezzi alimentari della FAO è aumentato del 2,5% su base mensile, con una media di 181,7 il mese scorso, a causa dei forti rally nei di oli vegetali, zucchero e prodotti lattiero-caseari, ha affermato la FAO.

Il dato per il 2019, tuttavia, era in media di 171,5 punti, in crescita dell’1,8% rispetto all’anno precedente.

L’indice dei prezzi dell’olio vegetale a dicembre è aumentato del 9,4% rispetto al mese precedente, raggiungendo un massimo di 25 mesi.

“L’ultima ripresa è stata trainata principalmente dal rassodamento dei prezzi dell’olio di palma, mentre sono aumentati anche i valori di olio di soia, girasole e colza”, ha affermato.

Lo zucchero è salito del 4,8% su base mensile, spinto dall’aumento dei prezzi del greggio.

La latteria ha registrato un aumento mensile del 3,3% a dicembre, ha osservato la FAO.

I cereali hanno registrato un rimbalzo dell’1,4%, in gran parte guidato dall’aumento dei prezzi internazionali del grano.

L’indice dei prezzi della carne è rimasto pressoché invariato nello stesso periodo.

L’indice dei prezzi alimentari della FAO è un indice ponderato per il che traccia i prezzi di mercato internazionali di cinque principali gruppi di .

Fonte : aa . com . tr