ONU, I cambiamenti climatici potrebbero portare a carenze alimentari

Tempo di lettura: 3 minuti

I stanno mettendo a rischio l’approvvigionamento alimentare mondiale con eventi meteorologici più estremi, ove la produzione sarà sempre più messa in pericolo, minacciando prima le popolazioni più povere. Inoltre, la spinta a utilizzare più terra del mondo per produrre colture e legname sta contribuendo al cambiamento climatico eliminando le zone umide naturali e riducendo le foreste che catturano i gas serra.

Le rese delle colture stanno già calando in alcune aree, i deserti si stanno diffondendo e la diversità delle piante sta calando.

Gli ultimi quattro anni sono stati i più caldi mai registrati e luglio ha raggiunto il record.

“Esistono molti ecosistemi in tutto il mondo in cui stiamo già vedendo gli impatti dei cambiamenti climatici e dei cambiamenti nell’uso del suolo, e sottolinea la necessità di un’azione urgente”, Jo House, uno degli autori del rapporto ONU e professore all’Università di Bristol, ha detto in una teleconferenza con i .

Gli individui possono agire, hanno detto gli autori. Ridurre o eliminare il , che ridurrebbe la necessità di bonificare terreni per grandi allevamenti di , e mangiare più cereali e verdure aiuterà.

“Le diete ricche di a base vegetale hanno minori emissioni di gas serra rispetto a quelle che sono pesanti nel consumo di carne rossa”, ha dichiarato Cynthia Rosenzweig, autrice e ricercatrice presso il Goddard Institute for Space Studies della NASA a New York. Anche il reimpianto di foreste devastate aiuterà.

Sin dai tempi preindustriali, le temperature sulla terra sono aumentate due volte più velocemente della media globale e sono più alte di circa 1,53 gradi Celsius (2,8 Fahrenheit), ha affermato Louis Verchot, ricercatore presso il Centro internazionale per l’ tropicale a Cali, in Colombia e un autore di capitolo principale per il rapporto.

Vantaggi a breve termine

Mentre le piante possono avere benefici a breve termine dall’aumento dell’ nell’aria, questi guadagni non dureranno, ha detto Rosenzweig.

In un’ ad alto tenore di carbonio, il grano diventerà meno nutriente, perdendo dal 6% al 13% delle sue proteine, dal 4% al 7% del suo zinco e dal 5% all’8% del suo ferro, afferma il rapporto. “Ora stiamo riscontrando una riduzione della qualità nutrizionale delle colture”, ha affermato Rosenzweig.

L’Asia e l’Africa, parti delle quali dipendono già da alimenti importati, potrebbero essere le prime vittime, sempre più vulnerabili all’intensificarsi della siccità all’aumentare della temperatura. Nelle regioni a bassa quota, i rendimenti per colture come grano e mais stanno già diminuendo, secondo il rapporto, mentre alcuni animali stanno crescendo a tassi più lenti a causa in parte dello stress da calore.

Rosenzweig ha affermato che l’ondata di caldo di questa estate in Europa ha già dimostrato come i raccolti possano diminuire.

Tempo troppo bagnato

L’indice Bloomberg Agriculture Spot, una misura di prezzo di nove colture, è precipitato al più basso in un decennio a maggio, mentre le forniture globali di grano erano destinate a gonfiarsi. Ma l’indice di giugno è salito a un massimo di un anno a causa del clima troppo umido negli Stati Uniti e le condizioni calde in Europa hanno suscitato preoccupazioni che i raccolti sarebbero invece diminuiti. Le variazioni volatili dei prezzi mostrano la velocità con cui i prezzi degli alimenti possono aumentare in presenza di avverse.

Verchot ha già perso gran parte della pluviale amazzonica in Colombia, Perù e Brasile. Lo scioglimento del permafrost nelle aree artiche porterà anche alla fuga di più gas serra nell’atmosfera, così come un massiccio spostamento da parte degli agricoltori sudamericani per utilizzare più fertilizzanti azotati.

La Terra è stata in grado di assorbire il carbonio, “ma questo sussidio potrebbe facilmente essere perso se continuiamo sulle attuali traiettorie, se continuiamo ad avere il degrado del suolo, il degrado dell’ecosistema, il degrado del suolo e il degrado dell’acqua che stiamo attualmente vivendo ”, ha detto Verchot.

(La storia è stata pubblicata da un feed senza alcuna modifica al testo, solo il titolo è stato cambiato).

Brian K. Sullivan, William Mathis e Michael Hirtzer
hindustantimes.com