Oltre 100 estensioni di Google Chrome hackerati

Tempo di lettura: 1 minuto

Gli utenti di dovrebbero prestare attenzione durante l’installazione delle estensioni di Chrome poiché la società ha rimosso oltre 100 collegamenti dannosi dopo che sono stati trovati a raccogliere dati utente “sensibili”, ha detto oggi l’agenzia di del paese.

Il team di Computer Emergency Response dell’ (CERT-In), il braccio tecnologico nazionale per combattere gli attacchi informatici e proteggere lo spazio informatico, ha affermato che queste estensioni contenevano codice per aggirare le scansioni di di .

Le estensioni malevoli hanno avuto la possibilità di catturare schermate, leggere appunti, raccogliere cookie di autenticazione o catturare sequenze di tasti dell’utente per leggere password e altre .

“È stato riferito che Google ha rimosso 106 estensioni del browser Chrome dal Web Store, che sono state trovate per la raccolta di dati sensibili degli utenti”, ha affermato l’agenzia nell’advisory.

“Queste estensioni, secondo quanto riferito come strumenti per migliorare le ricerche sul Web, convertono i file tra diversi formati come scanner di sicurezza e altro”, ha aggiunto.

L’agenzia federale per la sicurezza informatica ha suggerito agli utenti di disinstallare le estensioni di Google Chrome con gli ID indicati nella sezione IOC.

Gli utenti possono visitare la pagina delle estensioni di Chrome e successivamente abilitare la modalità sviluppatore per vedere se hanno installato una delle estensioni dannose e, quindi, rimuoverle dal proprio browser.

L’agenzia ha consigliato agli utenti di Internet di installare solo estensioni che sono assolutamente necessarie e di fare riferimento alle recensioni degli utenti prima di farlo.

Dovrebbero disinstallare le estensioni che non sono in uso e installare quelle da fonti verificate.