OCSE, forte aumento prezzi prodotti alimentari

Tempo di lettura: 1 minuto

L’ nell’area dell’OCSE ha continuato a rallentare bruscamente allo 0,9% ad aprile 2020, rispetto all’1,7% a marzo e al 2,3% a febbraio. I prezzi dell’energia sono crollati del 12,2% ad aprile, dopo il calo del 3,7% di marzo; il più grande calo da settembre 2015. Al contrario, l’inflazione dei prezzi alimentari è cresciuta drasticamente al 4,2% in aprile, dal 2,4% di marzo, il maggiore aumento annuale da gennaio 2012.

Escludendo cibo ed energia, anche l’inflazione OCSE ha subito un brusco rallentamento all’1,6% rispetto al 2,1% di marzo. Questo è il più basso, esclusi cibo ed energia nell’area OCSE da febbraio 2014.

Le stime per l’area OCSE a maggio non sono attualmente disponibili, ma la stima flash di 1 per l’area dell’euro indica che l’inflazione continua a rallentare (allo 0,1% rispetto allo 0,3% di aprile) a seguito di ulteriori cali dei prezzi dell’energia.

Fonte : OCSE