Molti medici sono gravemente stressati e depressi

Tempo di lettura: 2 minuti

Anche i che non gestiscono abitualmente crisi chirurgiche multiple in ospedale conducono vite frenetiche. La maggior parte vede da 30 a 40 pazienti ogni giorno e può consentire solo 15 minuti per paziente.

Quindici minuti per chiederti cosa c’è che non va, quali farmaci stai assumendo, eseguire un esame approfondito, prescrivere test e trattamenti e digitare tutto questo nel computer. Questo programma lascia circa 3 minuti per ogni , ignorando l’interruzione delle chiamate telefoniche e possibili emergenze. E anche i medici che non sono chirurghi o specialisti di pronto intervento trascorrono molte notti di guardia senza dormire molto.

Vi sono prove crescenti che molti medici di famiglia soffrono di professionale. Il termine burnout ha finito per significare esaurimento emotivo, depersonalizzazione e percezione della mancanza di realizzazione personale. In Canada, un sondaggio condotto tra i medici di famiglia delle zone rurali nel 2001 ha mostrato un tasso di esaurimento auto-riferito del 55%; un sondaggio del 2004 ha dimostrato che quasi la metà dei medici di famiglia urbani ha riferito di sperimentare alti livelli di e componenti del burnout.

Lo stress cronico che i medici sperimentano danneggia il loro corpo attraverso un sovradosaggio costante di ormoni come il cortisolo e l’adrenalina. Uno degli effetti a lungo termine più dannosi del sovradosaggio di ormoni dello stress nel cervello è la depressione .

Quindi non sorprende che, in media, gli Stati Uniti perdano fino a 400 suicidi ogni anno (l’equivalente di almeno un’intera scuola di ).

Inoltre, dopo gli incidenti, il suicidio è la causa di morte più comune tra gli studenti di medicina.

La depressione è più alta nella medica che nella popolazione generale, colpendo circa il 12% dei maschi e il 18% delle femmine. La depressione è ancora più comune negli studenti di medicina e nei residenti, con il 15-30% di essi che presenta uno screening positivo per i sintomi depressivi.

Un sondaggio del 2011 su 50.000 medici praticanti e studenti di medicina in Australia ha dimostrato un’incidenza drammaticamente aumentata di grave disagio psicologico e una doppia incidenza aumentata di ideazione suicidaria nei medici rispetto alla popolazione generale.

Per far fronte allo stress e alla depressione, alcuni medici si rivolgono all’alcol o ai farmaci da prescrizione, poiché i medici hanno un facile accesso ai farmaci.

Ma tu, come paziente, non ne saprai nulla. Tutto ciò che noterai è che il tuo medico sembra affrettato, non passa molto tempo ad ascoltarti o a spiegare di cosa soffri o come risolverlo.

Come puoi aiutare il tuo medico ad aiutarti?

Lui o lei ha solo 15 minuti per te, quindi sii il più breve, conciso e diretto al punto possibile. Provare ciò che vuoi dire ti aiuterà a farlo.
Annota tutti i tuoi sintomi e la storia di come e quando sono iniziati. Riassumi tutto in poche righe di facile lettura.
Tieni pronto per la lettura l’elenco dei farmaci che stai assumendo e la loro dose.
Annota prima che il tuo ufficio visiti l’elenco delle domande che vuoi porre.
Ciò renderà il compito del medico molto più semplice e lo aiuterà a rilassarsi un po ‘. Il tuo medico potrebbe essere ancora stressato, ma non stressato da te!

Il prossimo segreto rivela perché questo è di vitale importanza per la tua salute.

Fonte : Chris Gilbert MD PhD. Medicina Integrativa e Olistica