Misure per sostenere industria automobilistica e del turismo italiano

Tempo di lettura: 1 minuto

L’Italia sta prendendo in considerazione misure fiscali per stimolare gli nell’ e del turismo, due dei settori che sono stati più colpiti dalla pandemia di coronavirus, ha detto il primo ministro Giuseppe Conte.

Parlando a una conferenza organizzata dal sindacato UIL, Conte ha affermato che il governo doveva “ridefinire” gli fiscali a favore degli investimenti verdi e digitali del futuro, aggiungendo “dobbiamo sostenere le industrie più colpite come quelle automobilistiche e turistiche”.

Il governo avrebbe iniziato a lavorare su una riforma fiscale globale dalla prossima settimana, ha detto, ma non ha elaborato.

L’industria automobilistica rappresenta il 6,2% del prodotto interno lordo dell’Italia, secondo i dati forniti da Fiat Chrysler Automobiles NV (FCA).

Il Parlamento italiano ha dato il via libera a un pacchetto di incentivi per incoraggiare le vendite di auto a motore a combustione all’avanguardia, nonché di e ibridi.

L’Italia è il quinto paese più visitato al mondo, secondo i dati delle Nazioni Unite, e il turismo contribuisce per circa il 13% al PIL, secondo il World Trade and Tourism Council.