Mississippi, Impianti di trasformazione alimentare: Agenti immigrazione arrestano 680 lavoratori

Tempo di lettura: 1 minuto

I funzionari statunitensi dell’immigrazione hanno fatto irruzione in sette impianti di lavorazione del pollo nel , arrestando 680 lavoratori per lo più latini. Le incursioni, programmate mesi fa, sono avvenute poche ore prima che il presidente Donald Trump visitasse El Paso, in Texas.

Circa 600 agenti statunitensi di immigrazione e controllo doganale hanno scandagliato gli impianti gestiti da cinque società, circondando i perimetri per impedire ai lavoratori di fuggire.

A Morton, a circa 40 miglia (65 chilometri) a est della capitale di Jackson, i lavoratori hanno riempito tre autobus – due per uomini e uno per donne – in uno stabilimento di Koch Foods Inc.

Gli arrestati, portati in un hangar militare per essere processati per violazioni dell’immigrazione, sono irregolari.

Il Mississippi è il quinto stato produttore di pollame della nazione e i difficili lavori di trasformazione sono stati principalmente occupati dagli immigrati latini ,desiderosi di svolgere qualsiasi lavoro possano ottenere.

Le società coinvolte potrebbero essere accusate di assumere consapevolmente lavoratori che si trovano nella contea illegalmente e saranno esaminati per frode fiscale, documentale e salariale, ha detto Albence.

Fonte
time.com