MG, un marchio britannico di auto sportive; la sua storia, in breve

Tempo di lettura: 3 minuti

Un marchio britannico di auto sportive che è iniziato per la prima volta nel 1924. MG cioé Morris Garages, una sussidiaria di Morris Motors, una vecchia casa automobilistica britannica del 1924. MG fu inizialmente un rivenditore di auto Morris a Oxford, ma ben presto iniziarono a vendere le loro versioni modificate.

Inizialmente le vetture prodotte dalla MG erano i telai Morris con carrozze prodotte da Carbodies di Coventry. Questi modelli sono stati venduti piuttosto bene, il che ha spinto l’azienda a trasferirsi in una struttura più grande per stare al passo con la domanda. Nel 1928 divennero abbastanza grandi da separarsi dalla casa madre e MG ora divenne MG Car Company Limited. Quell’anno apparve la prima auto MG originale, la 18/80, che non era più basata su un telaio Morris modificato.

Nel 1935 la società fu venduta da William Morris a Morris Motors, che a sua volta era di proprietà della Nuffield Organization. Ciò che ciò significava per l’azienda era una nuova avventura nelle corse. Un ulteriore cambio di gestione avvenne nel 1952 quando la British Motor Company (BMC) incorporò la MG più piccola. È a questo punto che la storia dell’azienda diventa confusa. Nel tentativo di ridurre i costi, la fabbrica MG è stata chiusa, un fatto che ha causato tumulti inaspettati tra i lavoratori ma anche i clienti.

L’MGB fu lanciato nel 1962 ed era una partenza dalle vecchie linee dell’MGA. Moderna e più confortevole rispetto al suo predecessore, è stata prodotta con ulteriori aggiornamenti fino al 1980. Tra il 1967 e il 1969 è stata prodotta la serie GMC, ma le sue grandi dimensioni e la scarsa maneggevolezza hanno fatto sì che non fosse il preferito dai clienti.

Quando la BMC fu consegnata al gruppo Rover nel 1986, la MG passò sotto la proprietà della British Aerospace nel 1988 e successivamente, nel 1994, della BMW. Questo non sarebbe durato a lungo poiché nel 2000 i tedeschi lo vendettero agli inglesi, con Rover che rivendicò la vittoria. Sono diventati il ​​gruppo MG Rover e hanno basato le loro operazioni a Longbridge, Birmingham.

Durante il periodo del gruppo Rover, MG vendette berline Austin rinnovate come la Metro, la Maestro e la Montego. Inoltre, la serie MG RV8 a due posti è stata ripresa nel 1992, insieme a una nuova serie, la MGF (1995). Questa è stata la prima auto prodotta in serie dagli anni ’80, quando la produzione era stata interrotta.

Dopo che la BMW vendette la MG, apparvero nuovi modelli come la MG ZR, la Rover 25 e la MG ZS. Nel 2005 la produzione di Rover e modelli MG rinnovati cessò e si vociferava che il cinese, il gruppo automobilistico Nanjing, per essere precisi, fosse interessato all’acquisto del marchio britannico. Nel luglio dello stesso anno, Nanchino aveva già acquistato i diritti sul nome MG e le attività che ne derivavano per 53 milioni di sterline.

Lo stabilimento di Longbridge continuerà a produrre il modello TF, mentre un nuovo impianto in Cina si occuperà del modello MG 7. Inoltre, una nuova struttura ad Ardmore, in Oklahoma, si occuperebbe della produzione mondiale di TF. nel 2006 è stata annunciata una nuova generazione di auto sportive che dovrebbe uscire nel 2008. Anche MG3, MG 5 e MG 7 hanno ricevuto alcuni aggiornamenti.

Fonte
Autoevolution.com

_._

Nota di redazione

Nel 1983 fu fondato a Firenze il primo ed unico club al mondo dedicato alle MG Metro; nel 1986 tale club concordò una partnership con l’MG Car Club d’Italia, che durò pochi mesi.

Nel 1988 venne fondato l’MG Florence Cars Club che non era e non fu mai alcuna filiale dell’MG Car Club d’Italia.

Nel 1990 l’MG Florence Cars Club divenne ufficialmente MG Club Italia, grazie all’Architetto Tiziano Inguanotto di Venezia.

I raduni del MG Club Italia, fondato a Venezia nel 1983, furono i precursori di altri incontri e raduni fra appassionati e proprietari di MG.

L’MG Florence Cars, diventato MG Club Italia, ha proseguito il lavoro iniziato dall’Architetto Inguanotto, con molta passione dei successori.

I raduni in Toscana ed in altre regioni d’Italia sono ricordati come di alto livello nell’organizzazione, nei dettagli, nei premi ai partecipanti provenienti con MG d’epoca anche molto antiche da diversi paesi anche esteri, compreso l’India, il Brasile, l’America, il Belgio, l’Olanda, ecc.

L’MG Club Italia (Florence Cars) ha promozionato in lungo ed in largo la Toscana, portando stranieri in location molto suggestive e di particolare interesse storico, culturale ed artistico.

————————-