Marquez sigilla il suo sesto titolo MotoGP in Buri Ram

Tempo di lettura: 2 minuti

Marc Marquez della Honda ha siglato il suo sesto titolo in MotoGP con quattro gare in palio dopo aver vinto il Gran Premio della Thailandia domenica. Lo spagnolo ha dovuto segnare due punti in più rispetto al rivale italiano Ducati Andrea Dovizioso, che ha chiuso un quarto distante sul Chang International Circuit di Buri Ram, per concludere il suo quarto campionato consecutivo.

Il titolo è stato l’ottavo della carriera del Gran Premio di Marquez, 26 anni, e diventa il pilota più giovane di sempre a vincere così tanti. È stato campione del mondo della 125cc (ora Moto3) nel 2010 e vincitore della Moto2 nel 2012.

Marquez, che ha superato il Quartararo di Petronas Yamaha nell’ultimo giro dopo un duello ruota a ruota tra i due rivali in un caldo afoso, ora ha 325 punti insuperabili sui 215 di Dovizioso.

Lo spagnolo, che ha avuto un grosso incidente durante le prove del venerdì che lo ha mandato in ospedale per controlli e poi è caduto di nuovo in qualifica, non ha sbagliato la ruota mentre si è ritirato nella pole-sitter Quartararo e ha negato al 20enne una prima vittoria .

La coppia era a soli 0,171 di secondo dalla linea.

Il Yamaha Maverick Vinales è arrivato terzo per completare il podio.

“Stavo programmando il fine settimana per provare a vincere la gara, non importa il campionato o la distanza tra me e Dovi”, sogghignò Marquez dopo aver festeggiato con i suoi compagni di squadra e il fan club.

“L’obiettivo era cercare di trovare il modo migliore per vincere la gara ed è quello che ho fatto.

“Fabio è stato molto veloce in una parte della gara, c’è stato un gap nel mezzo ma ho raggiunto … fantastico anno, tutto il team Repsol Honda ha fatto un ottimo lavoro.”

Il titolo ha reso Marquez il più giovane sei volte campione della massima classe, prendendo quell’onore dal grande italiano Giacomo Agostini che lo ha fatto a 29 anni.

Il precedente otto volte campione più giovane è stato il defunto pilota britannico Mike “The Bike” Hailwood, che ha raggiunto quel traguardo a 27 anni.

Lo spagnolo ha vinto nove gare in questa stagione, incluse le ultime tre di fila, con 14 presenze sul podio.

Quartararo ha guidato dalle luci mentre Marquez, che si è qualificato terzo, si è quasi scontrato con il compagno di squadra del francese Franco Morbidelli prima di passare al secondo posto.

Il debuttante e il campione hanno quindi scambiato i giri più veloci in una gara che è diventata un altro duello emozionante tra la coppia, con Marquez che insegue la Yamaha, cercando un modo per superare.

Ha fatto la mossa all’ultimo giro, ma Quartararo ha reagito e invece di accontentarsi del secondo, lo spagnolo è tornato di nuovo davanti per prendere la bandiera a scacchi.

“Il ritmo era incredibile, il caldo era incredibile, le condizioni fisiche erano molto difficili ma non si arrese, non mi arresi”, ha detto Marquez.

Quartararo, l’unico pilota che ha davvero preso la battaglia di Marquez, è stato contento del suo primo GP di Thailandia.

“Non posso essere più felice; combattendo fino all’ultima curva, ho provato di tutto”, ha detto. “Se non ho provato questa mossa nell’ultima curva, non torno a casa (felice)”.

Fonte
motogp.com
bangkokpost.com

Foto per gentile concessione di motogp.com