Mali, milioni di donne sottoposte a gravi e sistematiche violazioni dei diritti

Tempo di lettura: 2 minuti

Il Comitato per l’eliminazione della nei confronti delle (CEDAW), ha dichiarato che, milioni di e ragazze in Mali, sono state sottoposte a “gravi e sistematiche violazioni dei diritti” attraverso le MGF, una pratica tradizionale che prevede la rimozione parziale o totale di genitali femminili esterni per motivi non medici.

Il Comitato ha messo in evidenza la sostanziale sofferenza inflitta a donne e ragazze sin dalla tenera età dalla pratica.

La natura estesa e organizzata delle violazioni è anche dettagliata. Il Mali ha una popolazione totale di circa 20 milioni; circa la metà dei maliani sono donne.

“A partire dal 2015, l’82,7 per cento delle donne di età compresa tra 15 e 49 anni e il 76,4 per cento delle ragazze di età compresa tra 0 e 14 anni aveva subito . La natura sistematica deriva anche dal fatto che lo Stato parte non ha deliberatamente vietato la pratica, impedendo l’accesso delle alla e permettendogli di continuare con totale impunità “, afferma il rapporto.

Il Mali ha la più alta prevalenza di MGF tra i paesi dell’, la maggior parte dei quali, tra cui Nigeria, e Togo, hanno adottato leggi che vietano questa pratica, osserva il rapporto. La ricerca indica una significativa riduzione della prevalenza in cui i governi hanno emanato e applicato penali contro le MGF.

Il Mali ha ratificato la Convenzione sull’eliminazione di tutte le forme di discriminazione nei confronti delle donne nel 1985 e ha aderito al protocollo opzionale nel 2000.

Il governo ha proposto progetti di legge per vietare le MGF e la di genere in diverse occasioni tra il 2002 e il 2017, ma non ha adottato il progetto fatture a causa dell’opposizione dei leader religiosi.

Nella sua relazione, il Comitato conclude che il Mali non ha rispettato l’obbligo di dovuta diligenza di adottare e applicare una legge che vieta le MGF, violando così il diritto delle donne maliane a vivere libere dalla violenza e dalla discriminazione di genere.

Il Comitato ha formulato 31 raccomandazioni per l’azione. Questi includono l’adozione del progetto di legge sulla e la punizione della , la fornitura di assistenza alle vittime e l’avvio di un dialogo nazionale sulle MGF.

Vivian Kwok – ohchr.org