Lussemburgo, accolte 60 societa’ finanziarie a causa della Brexit

Tempo di lettura: 1 minuto

Un gruppo industriale ha riferito che più di 60 società finanziarie hanno spostato alcune operazioni in , per isolarsi dagli effetti della Brexit. Mentre i legislatori dell’UE hanno votato a per confermare la partenza della dal blocco, l’agenzia pubblico-privata Luxembourg for Finance ha pubblicato i suoi dati.

Secondo il gruppo, 60 aziende “hanno annunciato pubblicamente il trasferimento di attività in Lussemburgo a causa della Brexit” e almeno altre dieci lo faranno.

La città di Londra è a tutti gli effetti il ​​più grande centro finanziario in Europa e probabilmente rimarrà potente dopo che il avrà lasciato l’UE. Ma la capacità della città di fornire liberamente all’interno dei restanti Stati membri dipenderà da un futuro tra canali.

Questo sarà negoziato durante un periodo di transizione di 11 mesi dopo la Brexit e alcune aziende stanno già cercando di spostare alcune o tutte le loro attività.

Il Lussemburgo senza tasse senza sbocco sul mare, un Granducato nel cuore dell’Europa, ha una reputazione per i servizi finanziari e per i banchieri discreti.

Secondo i contabili KPMG, il Lussemburgo ha accolto 65 aziende grazie alla Brexit, davanti all’Irlanda con 64 e ai Paesi Bassi e alla Francia con 30 ciascuna.

Queste società includono e loro dipartimenti, assicuratori e agenti di borsa che spostano le operazioni dalla città verso le sedi continentali.

Fonte : Arab News