Lo sciacallaggio su Matteo Renzi da alcuni media

Tempo di lettura: 1 minuto

Alcuni media, secondo noi, non sanno cos’è il limite della informazione, ma d’altronde lo vediamo ogni qualvolta c’è un fatto di cronaca nera, ove il cronista, intervistando parenti e familiari, porge domande del tutto assurde, spesso offensive della dignità personale di chi viene intervistato. Nel Caso di Renzi, dopo le dimissioni da presidente del Consiglio è ufficialmente non retribuito.

E’ forse una notizia ? Secondo noi no. Nel contempo, l’educato , risponde:”“Torno semplice cittadino. Non ho paracadute. Non ho un seggio parlamentare, non ho uno stipendio, non ho un vitalizio, non ho l’immunità“.

Ok. Siete contenti di saperlo ? Sinceramente non ci intressa. Ma, c’è chi fra i media fa il pelo e contropelo alla notizia, ed ecco che si legge che il PD gli darà qualche soldo, poi c’è chi elenca i suoi possedimenti, cosa ha fatto dov’è andato, ecc. Il peggio è chi pubblica foto con famiglia e figli (nascondendo i visi, almeno quello), insomma…codesta non è informazione…si chiama sciacallaggio. DATECI UN TAGLIO!!!

Il problema è che codeste testate continuano a ricevere soldi dalla legge editoria, in quanto non li legge quasi più nessuno! Quindi campano ugualmente, mentre quei poveri e onesti media indipendenti tirano la cinghia!!!