L’energia non esiste nel vuoto

science, chemistry, biology and people concept - close up of scientist hand with microscope and green leaf making research in laboratory over hydrogen chemical formula and dna molecule structure

Tempo di lettura: 1 minuto

Le nostre società stanno diventando sempre più complesse e l’energia (in particolare l’elettricità) svolge un ruolo sempre più centrale nel supportare questa complessità. Una “” non è sufficiente; ciò che è richiesto è una trasformazione sociale totale.

Questa transizione sociale può essere discussa solo in congiunzione con altri sistemi critici come i trasporti o la produzione e tendenze come l’ascesa dell’analisi dei big data, dell’ o dell’internet delle cose.

Questi sono i settori che hanno il potenziale per rivoluzionare effettivamente e consentire la transizione su larga scala alle .

Diversi paesi hanno escogitato piani per abbandonare le auto a benzina sviluppando l’elettrico. Queste politiche dovranno unirsi ai piani per immagazzinare più energia e costruire più turbine e .

L’ideale di sostituire tutti i veicoli a combustibile fossile con , caricando comodamente ogni notte, potrebbe essere ostacolato da una griglia antiquata o da assicuratori che scelgono di non coprire danni o incendi.

I limiti fisici suggeriscono che non ci sarà una nuova fonte magica di energia; le di cui abbiamo bisogno sono già qui. Come i navigatori polinesiani , dobbiamo guardare oltre l’orizzonte per “vedere” la destinazione sconosciuta verso cui ci stiamo dirigendo.

theconversation