Le donne percepiscono la disuguaglianza di genere nel settore tecnologico

Tempo di lettura: 2 minuti

Quasi la metà delle donne che lavorano nel settore tecnologico afferma che la durante il processo di selezione impedisce ad altri di unirsi a queste posizioni, nonostante gli sforzi per migliorare la loro rappresentanza in quell’area. Secondo uno studio di Booking.com, gli ostacoli nella fase di assunzione possono demotivarne molti, il che implica che l’industria potrebbe scartare donne qualificate ancor prima che abbiano l’opportunità di mostrare le proprie capacità.

Principalmente, gli studenti universitari interessati al settore tecnologico sono quelli che percepiscono la disuguaglianza di genere durante i processi di selezione, perché più del 62% considera questo problema come l’ostacolo principale che impedisce loro di entrare in quella zona.

Secondo il sondaggio, quando viene chiesto alle pratiche che le aziende tecnologiche utilizzano per identificare e assumere talenti, le risposte delle donne che lavorano in quel settore sono: che non è descritto in modo accurato, il che finisce per influire sulla creazione di un contratto .

Sottolinea che una delle ragioni che possono anche contribuire è il linguaggio usato dalle aziende tecnologiche, quando annunciano nuovi post, perché molti considerano che l’uso del tono sottile e delle parole associate al maschile, come “diretto” o “dominante”, minacciano con esclusione o distanziamento delle donne.

La ricerca mostra anche che più della metà dei professionisti di questo settore e degli studenti ritengono che le aziende tecnologiche tendano a parlare di posizioni tecniche che includono la codifica o la progettazione del prodotto rispetto a ruoli non tecnici, che possono essere altrettanto importanti. interessi.

Allo stesso modo, quasi tre donne su quattro in questo settore e gli studenti interessati a lavorare in questo settore ritengono che siano necessarie competenze tecniche o una laurea in informatica o tecnologia, indipendentemente dal fatto che si tratti di una posizione tecnica o non tecnica.

Per quanto riguarda la chiarezza della carriera professionale nel campo tecnologico, metà delle donne ritiene che le opportunità di far progredire la propria carriera non siano chiare fin dall’inizio, un altro fattore che rende difficile la loro entrata.

Quindi, il settore tecnologico deve impegnarsi di più quando si tratta di evidenziare le opportunità che esistono per le giovani donne, anche prima di aderire “, afferma la piattaforma.

NTX