La Turchia introdurrà una nuova tassa sulla sistemazione turistica negli hotel

Tempo di lettura: 1 minuto

A partire dal 1 ° aprile 2020, la dovrebbe introdurre una nuova “”. Lo riferisce l’Associazione degli della Russia (ATOR). Non sarà pagato dai stessi, ma dalle , motel, appartamenti, pensioni e campeggi. In questo caso, la tassa verrà pagata sia sul prezzo dell’alloggio per gli ospiti sia su altri servizi a lui prestati, inclusi pasti, piscina e servizi SPA, animazione, ecc.

Secondo ATOR, entro la fine del 2020, l’aliquota fiscale sarà dell’1% del costo totale dei servizi forniti all’ospite. Ma nel 2021 già il 2% del costo dei servizi resi. Tuttavia, come specificato nell’ATOR, l’ultima parola sulla questione fiscale appartiene al presidente Erdogan, che ha il diritto di ridurre o aumentare di tre volte l’aliquota fiscale.

Per il 2020, gli turchi hanno già annunciato i prezzi e molti hanno già fissato i prezzi per i tour del prossimo anno. Pertanto, nel 2020, è probabile che gli paghino autonomamente la nuova imposta. Ma nel 2021, la “tassa di soggiorno” sarà inclusa nel contratto di tutti gli hotel, il che porterà ad un aumento degli per i turisti di almeno il 2%, previsto nell’ATOR.

Nel frattempo, si prevede che la prossima stagione, le in Turchia e senza tasse aumenteranno del 5-15%.

Fonte