La scienza spirituale nelle scuole misteriche

Tempo di lettura: 2 minuti

Egregore (anche egregor ) è un concetto che rappresenta una “forma pensiero ” o ” mente collettiva di gruppo”, un’entità psichica autonoma composta e influenzante i pensieri di un gruppo di persone.

La tradizione iniziatica di tutti i tempi ha lavorato incessantemente per lo sviluppo dell’intuizione collettiva; coloro che si sono adoperati per tale sviluppo spesso si sono trovati a “sentire” diversamente la realtà.

Prendiamo un esempio pratico. I “lavorano” per il perfezionamento di se stessi, per forgiare uomini che abbiano acquisito i mezzi necessari per agire per il bene e il progresso dell’. Tale trasformazione avviene all’interno di un forno alchemico, il Tempio Massonico, che viene alimentato dall’ di tutti coloro che prendono parte alla Tornata.

Le caratteristiche degli obiettivi del collettivo sono ciò che dà le sue qualità specifiche all’egregor , mentre le sono ciò che gli dà forza. Metaforicamente potremmo dire che l’emozione è il “materiale” e l’attenzione è la direzione e “la forma”. È perfettamente comprensibile che la portata e il potere di un egregor siano direttamente proporzionali al numero di persone che lo creano e lo sostengono con le loro e attenzioni.

Ogni egregor come entità si identifica con il suo creatore, e ogni volta che viene convocato (anche inconsciamente) verrà in supporto o in aiuto da colui che gli fornisce “cibo” (il suo cibo è emozioni , attenzione e intenzione ), ecco perché si chiama vigilante .

È un’entità intelligente, perché impara e perfeziona se stessa, e combatterà contro ciò che minaccia la sua sopravvivenza e quella dei suoi creatori. Il grado di identificazione che una persona o un gruppo ha con una causa può diventare tale che l’egregor si manifesti con un’intensità di POSSESSO.

Il possesso implica che questa energia di identificazione impregna uno o più individui così intensamente per un periodo di tempo, che l’egregor si manifesta attraverso di essi e gli individui diventano STRUMENTI della causa condivisa , potendo arrivare ad azioni che in seguito non possono giustificarsi come emergenti dalla loro volontà individuale cosciente.

Fonti varie : Lo Specchio del Pensiero / Wikipedia / Biblioteca Pleyades