La prima auto completamente elettrica di Porsche

Tempo di lettura: 1 minuto

Il modello più nuovo di , la berlina Taycan del tutto del 2020, farà il suo debutto nello showroom entro la fine dell’anno a un pubblico generico in attesa e, probabilmente, a una sala del consiglio nervosa di Tesla. Il Taycan ha il Modello S esattamente nel mirino, promettendo una gamma più che competitiva di 310 miglia e offrendo 600 cavalli generati agli ioni di litio fornendo una spinta da 3,5 secondi a 60 miglia orarie. Altri sfidanti a Tesla a sei cifre sono in lavorazione, compreso lo sforzo della sorella-società di Porsche, l’ Audi e-tron GT .

In favore di Porsche è un modello positivamente incantevole per il Taycan nella forma della Missione E, la berlina svelta con i toni del coupé che attirava i rave immediati dalla stampa automobilistica. Pochi sono arrivati ​​a occuparsi della missione E, anche se Porsche ha sfruttato la sua potenza stellare per prendere in giro le capacità della vettura quando ha permesso all’appassionato di auto e al frontman dei Maroon 5 Adam Levine di girare sul suo tracciato Porsche Experience Center a Los Angeles. Il video dell’evento ha messo sotto i riflettori su una macchina che potrebbe semplicemente mettere in ombra un modello Tesla S-no di una silhouette di una berlina sul tappeto rosso. Ma la domanda, come sempre, è quanto può essere conservato in un’auto di produzione da un incredibile esercizio artistico?

Per i puristi di Porsche, tuttavia, la più grande rivelazione sarà vedere se i maghi di Zuffenhausen sono riusciti a mantenere intatta l’anima automobilistica della compagnia, nonostante la rimozione di un motore a combustione interna. Il suono di quella centrale elettrica raffreddata ad aria e persino raffreddata ad acqua ha, per epoche, definito il marchio. Porsche non dice preoccupazioni, è tutto sulla strada sentire la mancanza del ‘rumore’. Agli appassionati però…l’ultima parola.

Ufficio stampa Porsche