La matematica delle epidemie? Vero, falso, idiozia? (3)

Tempo di lettura: 2 minuti

Il ‘contagio’ come avviene? Prima di tutto prendiamo un grafico sulle principali vie di trasmissione delle :


La fonte del grafico

Quanto sopra ci fa capire che il contagio avviene in determinati modi. Prendiamo un esempio pratico indicato nel sopra indicato grafico, ovvero la inoculazione.

Per trasmettere ad altri il proprio carico di tossicità si può usare una trasfusione, anche mediante la donazione del sangue. In questo caso può verificarsi un contagio medicalmente indotto o malattia iatrogenica, che non ha però nulla a che fare con quelli che si verificano nell’ambito dei naturali processi biologici della vita. Questa è la reale spiegazione di ciò che chiamiamo “contagio”.

Se tutto ciò sono idiozie, allora possiamo continuare ad avere come l’ di alcool, caffè, sigarette, farmaci, cibi-, cibi raffinati, scarsità di riposo, mancanza di esercizio e di luce solare, ecc.

D’altronde le abitudini di vita sbagliate non generano le malattie che vediamo diffuse tra la popolazione. Peraltro, a questo punto sorgono anche domande e dubbi:

1) Esiste un “virus che gira” e, quindi, facciamo al nostro corpo ciò che riteniamo più opportuno per distruggere le sue necessità sistemiche?

2) Se individui sani riescono a conservare la loro anche nel bel mezzo di “malattie epidemiche”, la teoria del contagio è giusta?

3) Oltre il 90% degli americani soffre di placche arteriose, ma questa non è considerata una malattia contagiosa. Come mai?

4) L’AIDS, che viene considerato epidemico, interessa solo 1/10.000 della popolazione mondiale. Come mai?

5) La malattia più temuta in assoluto è il cancro. E’ forse contagiosa?

6) Come mai negli anni 1965-67 i laboratori del National Institute of Health di Bethesda (nih.gov), nel Maryland, condussero sperimentazioni sulle influenze che non mostrarono alcuna prova che esse fossero dovute a contagio?

7) Il 20% di coloro che soffrono di malattie veneree in America, non rivelano presenza né del gonococco, né degli spirocheti che dovrebbero provocarla. Come mai?

8) L’accettazione della teoria dei germi come causa delle malattie: e cioè che specifici batteri o “virus” possano produrre i sintomi di malattie specifiche è stata più volte dimostrata erronea in campo scientifico. Come mai Pasteur ammise la sua insostenibilità?

Arthur M. Baker – a cura del College of Practical Homeopathy – Estratto da Exposing the Myth of the Germ Theory

——

L’idiota (in russo: Идио́т, Idiót) è un romanzo di Fëdor Dostoevskij. Considerato uno dei massimi capolavori della russa, vuole rappresentare “un uomo positivamente buono”, un Cristo del XIX secolo. L’opera ha avuto diversi adattamenti teatrali, cinematografici e televisivi. Nel corso del romanzo è più volte citato e discusso dai personaggi il quadro Il corpo di Cristo morto nella tomba di Hans Holbein il Giovane. Dostoevskij aveva visto il dipinto nel 1867 a Basilea e ne era rimasto fortemente impressionato. (Wikipedia).


Lasciamo ai nostri utenti professionisti di specifici settori, quali e scienza, nel darci cortesemente una risposta in privato, scrivendo a: redazione@reporterspress.it (Attenzione: offese e illazioni verranno perseguite penalmente).