La heatmap globale della App Strava traccia percorsi anche militari

Tempo di lettura: 2 minuti

Gli atleti di tutto il mondo vengono qui per scoprire nuovi posti dove fare esercizio. Ecco quello che c’è da sapere sulla heatmap e sui dati che riflette: La heatmap mostra il ‘calore’ complessivo generato da chi ha svolto e lo ha reso pubblico negli ultimi due anni. Le che gli atleti contrassegnano come private non sono visibili.È possibile non essere inclusi aggiornando le impostazioni della .

Le aree con attività molto limitate potrebbero non mostrare alcun ‘calore’.Le che tracciano i percorsi di sono di uso comune ormai da molto tempo. È normale usarle per cercare di migliorarsi, o anche per pubblicare i propri traguardi sui per far vedere agli altri quanto uno si impegni a controbilanciare l’ettolitro di birra che si scola durante il weekend.

Questo è quanto scritto da Strava nel suo sito web.

Perché dedichiamo spazio a questa APP? Non è per pubblicità occulta…piuttosto un utente di Twitter, tal Nathan Ruser, ha fatto notare che Strava ha una mappa globale di tutti i percorsi acquisiti negli anni, qualcosa come 13 trilioni di punti GPS per un totale di 27 miliardi di chilometri sparsi in tutto il mondo.

Una quantità di chilometri infinita, che in parte comprende anche quelli dei USA sparsi nel mondo.

Nathan Ruser, uno studente australiano di , ha notato che qualcuno faceva Jogging in posti che non sono proprio il massimo per l’attività all’aria aperta. Si parla di Siria, Afganistan, Pakistan, location ove civili utenti non si immaginerebbero andarci, indi per cui chi ha svolto è del posto.

D’altronde com’é possibile fare attività sportiva su tracciati ubicati in un deserto mediorientale con intorno centinaia di chilometri di niente?

Fonti
Comunicato Strava sulla heatMap
La Heat Map Globale
Nathan Ruser su Twitter