La casa auto coreana Hyundai chiude fabbrica causa Coronavirus

Tempo di lettura: 1 minuto

La fabbrica di più produttiva del mondo, cioè la Hyundai della Corea del Sud, ha sospeso le operazioni nel suo gigantesco complesso di Ulsan, ostacolata da una mancanza di parti a causa della epidemia di che paralizza la produzione industriale cinese.

Le linee di fornitura sono cruciali in un’economia mondiale sempre più interconnessa e l’epidemia di coronavirus in ha visto le fabbriche di ordini di Pechino chiuse in diverse aree mentre cerca di contenere l’epidemia. La rete di cinque impianti può produrre 1,4 milioni di ogni anno, in una località costiera facilitando l’importazione di componenti e l’esportazione di automobili a livello globale.

Di conseguenza, Hyundai – che con la sua affiliata Kia si classifica come il quinto produttore automobilistico al mondo – ha esaurito i cablaggi che collegano l’elettronica complessa dei veicoli. Ben 25.000 in congedo forzato e salari parziali sono vittime, peraltro sane, dell’epidemia cinese.

La chiusura dello auto costerà all’azienda almeno seicento miliardi di won ($ 500 milioni).

A seguire anche la Kia sospenderà tre impianti, mentre la francese Renault sta valutando di interrompere la sua fabbrica a Busan la prossima settimana e Mike Manley, CEO di Fiat Chrysler, ha detto al FT che la sua azienda potrebbe essere costretta a fermare una delle sue fabbriche europee.

Fonte