Tempo di lettura: 2 minuti

La Koenigsegg Regera[1] (“Regera” in svedese significa “regno” o “regnare”) è una hypercar/megacar ibrida (coupé biposto con trazione posteriore) prodotta dalla svedese Koenigsegg. Il nome megacar deriva dal fatto che la ha una potenza complessiva combinata che è superiore ad 1 MW. È stata presentata in anteprima mondiale al salone dell’ di Ginevra nel marzo del 2016.

La produzione è limitata ad un numero di 80 esemplari, che la casa ha dichiarato come tutti venduti prima della produzione[5] ad un prezzo unitario pari a circa 2 milioni di euro. Notare che 80 non è un numero casuale per la Koenigsegg, dal momento che, nella numerologia pitagorica, simboleggia i concetti di dominio, controllo e conquista.

Questa Koenigsegg è un veicolo ibrido, essendo equipaggiata con un’unità motrice che è composta da propulsore termico, tre ed un pacco batterie, il tutto coordinato da una sofisticata elettronica di controllo.

Il motore termico, montato in posizione posteriore-centrale del telaio e su supporti attivi, ha una cilindrata di 5.0 litri, genera una potenza massima di 820 kW (1115 CV, misurati secondo la normativa DIN) ed una coppia motrice massima di 1280 N·m, avendo un’architettura 8 cilindri a V con doppio turbocompressore (con alberino ruotante su doppi cuscinetti a sfere) a geometria variabile.

Per quanto riguarda le testate, ogni cilindro ha 4 valvole (2 di aspirazione e 2 scarico) e la distribuzione è a doppio albero a camme in testa per ogni bancata di cilindri.

La lubrificazione è a carter secco ed il peso del motore è di 189 kg. Il rapporto di compressione è relativamente elevato (9,3:1), mentre la pressione massima di sovralimentazione è di 1,4 bar.

La potenza massima è disponibile ad un regime di 7.800 giri al minuto (con la zona rossa del contagiri posta a quota 8.250) mentre la coppia massima è disponibile a 4.100 giri al minuto.

L’impianto di scarico, realizzato in lega (di , Inconel ed acciaio inossidabile) da Akrapovič, è a volumetria variabile e presenta un sistema brevettato di riduzione della contropressione allo scarico, che si attiva elettronicamente in funzione del carico motore e del regime di funzionamento.

Questo sistema, composto da condotti secondari e valvole a farfalla (montate all’interno delle tubazioni di scarico), permette ai gas di scarico di fluire all’esterno con maggiore facilità, bypassando completamente i pre-catalizzatori durante l’efflusso, in modo da ottenere un maggior livello di potenza e coppia ad alto regime.

L’auto non è ancora stata sottoposta a test di misurazione delle . Ufficiosamente, stando alle dichiarazioni fornite dalla Koenigsegg, la Regera avrebbe un’accelerazione con partenza da fermo sensazionale, dato che sarebbe in grado di passare da 0 a 100 km/h in meno di 3,0 secondi, da 0 a 200 km/h in un tempo tra i 6 ed i 7 secondi, da 0 a 300 km/h intorno agli 11 secondi e da 0 a 400 km/h in meno di 20 secondi.

Oltretutto, anche la capacità di ripresa in dovrebbe essere straordinaria, perché la vettura passerebbe da 150 a 250 km/h in circa 3,5 secondi.

La velocità massima non è riportata sul sito ufficiale, ma si stima che il valore massimo si aggiri intorno ai 410 km/h. I dati qui riportati sono solo delle stime che derivano dalle dichiarazioni rilasciate durante la presentazione e verranno corretti dopo l’introduzione commerciale della vettura sul mercato.

Fonte testo e foto