Jongen impiega Damen InvaSave per il porto di Amburgo

Tempo di lettura: 2 minuti

Lo specialista tedesco di rifiuti marittimi Jongen GmbH ha preso in consegna un sistema mobile di trattamento delle acque di zavorra Damen InvaSave 300. La società può ora offrire servizi di trattamento delle acque di zavorra certificati IMO agli operatori navali che devono conformarsi alle ultime normative sull’acqua di zavorra entrate in vigore l’8 settembre 2019.

Jongen GmbH fornisce olio esausto, acque reflue e servizi di rimozione dei rifiuti per il marittimo nel porto di .

I servizi dell’azienda comprendono la pulizia dei serbatoi e dei macchinari delle navi, nonché la gestione e la pulizia delle fuoriuscite di petrolio.

L’aggiunta di Damen InvaSave al portafoglio di apparecchiature Jongen riflette la sua espansione nei servizi di trattamento delle acque di zavorra.

Parlando dopo la consegna del sistema InvaSave da Damen, Julia Dettmer, direttrice di Jongen, ha dichiarato:

Riteniamo che Amburgo si distingua dagli altri porti europei offrendo un sistema mobile di trattamento delle acque di zavorra all’avanguardia gestito da Jongen. Invasave 300 è la risposta di Amburgo al nuovo regolamento della Convenzione BMW IMO al fine di impedire il trasferimento di organismi acquatici dannosi.

Riduzione dei tempi di fermo
InenSave 300 di Damen è un sistema di trattamento dell’acqua di zavorra certificato IMO. InvaSave è testato e certificato IMO per il trattamento dell’acqua di zavorra senza tempi di mantenimento. Adatto sia per le navi in ​​entrata che per le navi in ​​entrata, tratta l’acqua di zavorra secondo gli standard IMO-D2. InvaSave non utilizza sostanze chimiche per eliminare gli organismi invasivi dall’acqua di zavorra in un unico passaggio.

L’8 settembre 2019 è stata una data importante nell’applicazione della Convenzione di gestione delle acque di zavorra dell’IMO. Sebbene la Convenzione sia effettivamente entrata in vigore due anni prima, stabilisce che le navi costruite prima dell’8 settembre 2017 devono essere in grado di conformarsi alle normative entro il loro primo sondaggio di rinnovo dell’International Oil Pollution Prevention (IOPP).

Operando come unità esterna, InvaSave 300 è alloggiato in un contenitore standard. Ciò offre ai proprietari del sistema un’enorme , ha commentato Matthijs Schuiten di Damen Green Solutions.

Poiché InvaSave si inserisce su un rimorchio, una barca da lavoro o una chiatta e non è richiesto alcun deposito per il tempo di sosta, gli operatori possono spostarlo facilmente dove è necessario. La pura mobilità di InvaSave significa che gli armatori che fanno appello ai nuovi servizi di trattamento delle acque di zavorra di Jongen nel porto di Amburgo possono ridurre al minimo i tempi di fermo. Ciò include i tempi di inattività durante le chiamate portuali, nonché i tempi di inattività necessari per il retrofit di un sistema di trattamento delle acque di zavorra a bordo.

Fonte: Damen Shipyards Group