Italia – Viareggio, Barche d’epoca: 8 Giugno 2019 varo del Tirrenia II

Il Del Carlo di , dopo circa tre anni di lavori, ha restaurato la barca , un magnifico veliero lungo 18,54 metri (escluso bompresso), costruita in legno di teak e messa in acqua nel 1914 dal cantiere inglese H.R. Stevens di su progetto di Frederick Shepherd. Il varo avverrà l’8 Giugno 2019 alle 17.30 nella Darsena di Viareggio, nell’area del Cantiere Del Carlo.

La discesa nelle acque viareggine sarà accompagnata dalle sirene di una flotta di motoscafi Riva associati alla Riva Historical Society.

La responsabilità in mare della Tirrenia II verrà affidata alla comandante Lucia Pozzo.

Fonte: Ufficio Stampa

credit: ph. Carlo Borlenghi

Note storiche

La barca ha attraversato due guerre mondiali e oltre un secolo di storia dello yachting senza subire prolungati abbandoni che abbiano potuto pregiudicare la possibilità di continuare a navigare. Nel corso della sua vita ha subìto la trasformazione velica, passando da ketch aurico a bermudiano per poi tornare aurico in epoca recente.

Tirrenia II viene varata in Inghilterra nel 1914 con il nome di Sapho II per Jean A. Valaoritis. L’anno successivo ne diventa proprietario Alex C. Carapanos, ambasciatore greco a Roma, che cambiò il nome dello scafo in Dodoni. Nel 1924 l’unità venne acquistata al Pireo dal nobiluomo Guido Fiorentino, presidente della sede napoletana del Regio Yacht Club Italiano. Nel febbraio 1925 Fiorentino rinominò la barca Tirrenia II.

Tra il 1975 e il 1981 appartenne a Peter Ball, esponente della Marina inglese che la ormeggiò a Montecarlo. Poi fino al 1989 navigò con il norvegese Peter Jespersen, che percorse oltre 20mila miglia tra nord Europa, Caraibi e il Venezuela. Qui, tramite il broker inglese David East, la acquistò Gianni Loffredo, storico ex presidente dell’AIVE (Associazione Italiana Vele d’Epoca). Tra il 1991 e il 1992 Loffredo ne affidò il restauro integrale al cantiere Pitacco, Luxich e Ferluga di Muggia, vicino a Trieste.

Varata il 4 luglio 1993, fino al 2009 la barca ha partecipato a innumerevoli eventi e regate in tutto il Mediterraneo. Nel 2016 venne acquistata dagli attuali proprietari e trasferita al cantiere Del Carlo di Viareggio per essere sottoposta ad una serie di importanti lavori di restauroeseguiti con la consulenza dell’esperto fiorentino Enrico Zaccagni.