Italia, Milano apre al settore della micromobilità

Tempo di lettura: 1 minuto

I milanesi vedranno sfrecciare monopattini elettrici, hoverboard, segway e monoruote, pur ovviamente nel rispetto di alcune fondamentali regole. A renderlo noto è il comune con una nota pubblicata sul sito istituzionale.

Questa è per noi molto importante e ne verificheremo l’andamento con attenzione e interesse”, ha dichiarato Marco Granelli assessore alla e .

I monopattini e gli altri micro mezzi elettrici, al pari delle contribuiscono a migliorare la qualità della ma è necessario che vengano usati con molto buonsenso. Le strade sono di tutti e i marciapiede appartengono ai , per questo siamo stati chiari nel definire gli ambiti dove possono circolare al fine di garantire la di tutti. Chi li usa deve farlo con prudenza e attenzione per sé e per gli altri perché non sono giocattoli”. Ha aggiunto l’assessore.

I “micro veicoli di mobilità ” potranno circolare nelle aree pedonali purché la velocità del mezzo non superi i 6 chilometri orari (il decreto prevede che i dispositivi siano dotati di limitatore di velocità) e, ma solo per monopattini e segway, su piste e ciclabili, ciclopedonali e nelle Zone 30 con il limite di velocità di 20 chilometri orari.

La circolazione è vietata lungo i tratti con la pavimentazione in pietra di fiume, lungo le corsie preferenziali (anche in Zone 30) contigue ai binari del tram – a meno che non siano in una sede stradale separata – , nelle aree di a fondo cieco e nelle gallerie pedonali.

Il rispetto delle regole in fatto di sosta e parcheggio è ovviamente altrettanto importante. Sono previste sanzioni pesanti.

Fonte