[Italia] FSE: Il fascicolo sanitario elettronico e le App Tracciamento Covid-19

Tempo di lettura: 2 minuti

Il fascicolo sanitario elettronico è l’insieme dei dati e documenti digitali di tipo sanitario e socio-sanitario generati da eventi clinici presenti e trascorsi, riguardanti l’assistito. Il fascicolo sanitario elettronico, che ha un orizzonte temporale che copre l’intera vita del paziente, è alimentato in maniera continuativa dai soggetti che prendono in cura l’assistito nell’ambito del e dei servizi socio-sanitari regionali e dal paziente stesso.

È a tutti gli effetti una “cartella clinica personale” (in inglese: personal health record o PHR) istituzionale, come il dossier Médical Personnel francese, ovvero un sistema costituito da un insieme di servizi che consente ai cittadini di avere accesso e di gestire le informazioni sanitarie relative alla propria e offre ai cittadini la possibilità di disporre di una vista completa e aggiornata sulla propria storia clinica, inserendo essi stessi delle informazioni sulla propria e cura e/o potendo accedere alle informazioni generate dalle strutture sanitarie

Il Fascicolo Sanitario Elettronico è una My Page di Internet in cui il cittadino archivia e personalizza la sua storia clinica, mantiene aggiornati i dati di salute e i link (e-Services) ai servizi on line della sanità.

La “visibilità” del contenuto del fascicolo è definita dal cittadino-paziente, non è quindi un “Electronic Medical Record” perché non è detto che rappresenti correttamente lo stato di salute del paziente, in quanto il paziente stesso potrebbe avere deciso di oscurarne alcune parti rilevanti.

Fonte : Wikipedia

Nell’articolo 13 del decreto Legge Rilancio Italia (), dal titolo: “Misure urgenti in materia di Fascicolo sanitario elettronico” c’è scritto chiaramente che nella cartella digitale saranno inseriti tutti i documenti del sistema sanitario pubblico e anche di quello privato, inoltre “rende disponibile ai FSE i dati relativi al consenso o al diniego alla donazione degli organi e tessuti; le Anagrafi vaccinali regionali rendono disponibili ai FSE i dati relativi alla situazione vaccinale”.

In un unico file personale sarà riportata vita, morte e miracoli di ognuno di noi, dalle patologie, ai farmaci in uso per arrivare alle scelte terapeutiche e/o vaccinali.

Sempre nello stesso Decreto “Rilancio” c’è anche l’art.7 “Metodologie predittive dell’evoluzione del fabbisogno di salute della popolazione”.

Il governo in pratica conferisce al Ministero della Salute la facoltà di trattare e gestire non solo i dati sanitari di ogni cittadino, ma anche quelli “reddituali riferiti all’interessato e al suo nucleo familiare per lo sviluppo di metodologie predittive dell’evoluzione del fabbisogno di salute della popolazione”.

Fonte : Informazione.it / Disinformazione.it