Italia, Dove investono i cinesi

Tempo di lettura: 1 minuto

italia_cina

Nel 2015 in gli investitori cinesi sono cresciuti del 32%, rispetto all’anno precedente. L’ è diventata, negli anni, una destinazione sempre più attrattiva per gli stranieri della Repubblica Popolare. Nel complesso sono oltre 400 le imprese italiane partecipate da soci cinesi, di cui 313 dal Paese di Mezzo e 104 da Hong Kong. “Sono ancora poche rispetto alle circa duemila italiane che investono in – osserva Alberto Rossi, della Fondazione Italia- – ma un grande salto in avanti rispetto alle 6 dell’inizio del secolo”.

Il 90% delle 313 legate a Pechino, non sono solo partecipate, hanno un giro d’affari di 7,6 miliardi di euro su un totale di 12,2 miliardi.

Il tredicesimo piano quinquennale prescrive di mantenere un tasso di incremento del prodotto interno lordo nell’ordine del 6,5% annuo fino al 2020 e il Politburo ha varato il traguardo dei “due cento”: raddoppiare il Pil pro capite entro il 2021, a cent’anni dalla nascita del Partito comunista, e fare della Cina una Paese sviluppato entro il 2049, a un secolo dalla fondazione della Repubblica popolare.

fonte