[Italia] Covid-19, Fase Due: I trasporti; dai mezzi pubblici a quelli privati

Tempo di lettura: 1 minuto

La Fiab, Federazione italiana ambiente e bicicletta, e Salvaiciclisti, associazione per la di chi pedala, hanno proposto alla sindaca di Roma, Virginia Raggi, un piano di mobilità su .

Quanto sopra a fronte del fatto che ci saranno delle restrizioni in ambito dei trasporti pubblici, ma anche quelli privati.

Prima di tutto sui mezzi pubblici sarà rigorosamente effettuato la distanza sociale e, quindi, ciò vuol dire che vi saliranno meno della metà dei passeggeri su .

L’auto non potrà sostituire i mezzi pubblici per il fatto che si avrebbe un esponenziale tasso di inquinamento notevole, in particolare nei mesi con scarse piogge.

Quindi rimane il mezzo della bicicletta, da far partire all’inizio della fase 2.

La percorribilità però delle dovrà essere garantita da corsie preferenziali, possibilità di parcheggiare sui marciapiedi ovviamente non intralciando il passaggio, la realizzazione di Zone dove la velocità massima consentita è 30 km all’ora.

Gli fa eco a queste proposte su Roma, una da Bologna che ha già un’ampia rete .

Nel contempo a Milano sono stati distribuiti guanti e mascherine per i rider i cui movimenti sono soprattutto in bicicletta per l’aumento delle richieste di consegne a domicilio.

In Germania è consigliata la bici al posto dei mezzi pubblici per garantire la distanza sociale.

I virologi l’hanno raccomandata come in Olanda, dove già è usatissima, ricordando anche che il movimento è fondamentale per il .

I numeri delle due ruote sono in crescita in tutto il mondo.

In altre regioni italiane la bicicletta verrà presa in considerazione o si preferirà ai mezzi pubblici e alle auto?