[Italia] Coronavirus, Nel futuro un passaporto sanitario per poter uscire di casa

Tempo di lettura: 2 minuti

La fase due del governo italiano comprenderà probabilmente un ‘ sanitario’ cioé un documento nel quale registrare l’eventuale negatività al test sierologico per il coronavirus, che permetterà di tornare al lavoro e muoversi liberamente.

Quanto sopra si rende ‘necessario’ per avviare un graduale ritorno alla normalità, con un ritorno scaglionato di quelle persone considerate non più a rischio contagio (immunizzate?).

Ma cos’è il “passaporto sanitario”? Servirà alla popolazione? Aiuterà ad evitare contagi? Chi emetterà questo ‘passaporto’? Sarà rinnovabile ogni quanto?

Il passaporto sanitario dovrebbe servire a garantire ai cittadini la possibilità di riaprire le e alle aziende che lavorano a contatto con il pubblico.

Il tracciamento sarà eseguito mediante l’utilizzo di test sierologici, da affidare alle Regioni solo dopo aver ottenuto il via libera del Consiglio Superiore della Sanità.

Quindi in futuro dovremo munirci di questo documento che attesti lo stato di ‘’ che darà la ‘garanzia’ di una libertà completa o parziale?

Su quanto sopra sono concordi il viceministro della sanità Pierpaolo Sileri ed il ministro Roberto Speranza, poiché c’è la della necessità di dover: “convivere con il finché non ci sarà il vaccino”.

Le però continueranno ad esserci per i e le attività commerciali, con l’obbligo di mantenere la distanza di sicurezza e di rispettare le regole per il contenimento del contagio.

Questa metodologia sistematica sanitaria avverrà con il beneplacito di tutta la popolazione, in quanto, mediante questa ‘’, le persone non più a rischio dovrebbero essere autorizzate a tornare al lavoro e a riprendere una vita il più possibile “normale”.

E’ probabile che le persone continueranno a indossare i , ma per quanto tempo ? Gli esperti rispondono: ‘In una prima fase”. Cosa vuol dire ? Almeno sino a quando non ci sarà il vaccino.

Ma il vaccino ci sarà? Sarà efficace? Quando sarà disponibile sul mercato? Chi ne beneficerà?

Ed inoltre è possibile che possa esistere un vaccino per una ‘polmonite interstiziale’ con associata grave insufficienza respiratoria, ove i soggetti fragili come gli anziani e gli immunodepressi hanno il risultato di una ‘insufficienza respiratoria’ che causa la morte?

“I vaccini possono in alcuni casi rendere le malattie peggiori invece che migliori”, ha spiegato Peter Hotez della Baylor University.

Il passaporto sanitario sarà a pagamento o gratuito?

Ci saranno fasce di età, reddito, ecc. che saranno privilegiate ad ottenere per primi questo passaporto?

Chi garantirà che qualche ricco facoltoso, eventualmente positivo, continui la sua vita e non infetterà i suoi contatti?

Domande…dubbi…in qualsiasi caso lo scenario più immediato sarà quello del ‘passaporto sanitario’, poiché se i 65 milioni di Italiani desiderano ritornare alla loro vita, quasi precedente, dovranno sottoporsi a questo obbligatorio ‘screening’ sanitario.

Altrimenti chi si rifiuterà che tipo di futuro avrà ? All’ipotesi perderà il lavoro? La propria vita? Verrà incarcerato? Ghettizzato? Allontanato dalla società e dai suoi simili, quelli che, al tempo della globalizzazione erano suoi amici?

Quale scenario avremo in futuro ? Le sentinelle del ‘benessere’ che segnaleranno coloro i quali riterranno non ‘adatti’ alla nuova società, alla nuova razza umana?

Quindi esisteranno dei ghetti, appositamente costruiti, ove saranno inseriti quei cittadini ‘non immunizzati’ quindi pericolosi e da tenere lontani?

La libertà dell’individuo non sarà più quella che pensava di aver ottenuto, ma forse non c’è mai stata.

Qualcuno, a torto o ragione, ha deciso di premere il bottone ‘Reset’…e dopo il diluvio universale…adesso ha un nome differente.

Chi salirà su questa nuova Arca di NOE’ ? Ai posteri l’ardua sentenza!

Fonti varie