[Italia] Coronavirus: Indennità professionisti in difficoltà, ma a numero limitato

Tempo di lettura: 1 minuto

Il tempo a disposizione per presentare le domande di indennizzo per i in difficoltà, parte dal 1 Aprile 2020 sino ad esaurimento disponibilità economica a disposizione; quindi il rischio è che non tutti ne usufruiranno?

Dunque, secondo quanto stabilito dal Decreto interministeriale (Lavoro e ) del 28 marzo 2020, che estende l’indennità anche agli iscritti alle casse private, compresa.

Il modulo per la domanda è scaricabile dal sito INPGI e deve essere inviato all’indirizzo apposito: prestazioni@inpgi.it, corredato da autocertificazione del possesso dei requisiti reddituali e dagli altri elementi prescritti dalla norma a partire dalla mezzanotte del 1 aprile.

Il provvedimento prevede l’erogazione di una somma una tantum esentasse, per marzo 2020, di importo pari a 600 euro, per gli iscritti a enti e casse previdenziali dei professionisti che, nell’anno 2018, abbiano conseguito un reddito complessivo non superiore a 35.000 euro o che abbiano conseguito un reddito compreso tra 35.000 euro e 50.000 euro, a condizione che questi ultimi abbiano subito, nei primi tre mesi del 2020, una riduzione di almeno il 33% dei compensi rispetto a quelli del primo trimestre 2019.

ATTENZIONE!!!

Il complessivo stanziato dall’esecutivo per la copertura del Bonus e’ pari a 200 milioni di euro e settimanalmente, a partire dall’8 aprile, l’INPGI trasmetterà i dati al ai fini del delle risorse disponibili.

Una volta esaurita la disponibilità economica fissata dal Decreto, le relative domande pervenute potranno essere ricevute solo con riserva di accoglimento qualora il fondo venisse in futuro rifinanziato.

.:.

Fonte : Ordine Nazionale

.:.

Lamentele già pervenute in redazione riguardano il fatto sulla disponibilità economica limitata, cioé ad esaurimento…Vedremo cosa accadrà nei prossimi giorni e daremo comunicazione nel sito web e nei social.