IronMan, La dieta vegetale di John Joesph

Tempo di lettura: 2 minuti

La dieta vegetale di John Joesph inizia dal mattino con fresco: di solito un mix di ananas, , e spinaci, che secondo lui aiuta a combattere l’infiammazione. Segue una colazione a base di bacche di acai condite con burro di mandorle. Dopo colazione affronterà un allenamento che comprende un lungo giro in bicicletta seguito da una lunga corsa.

In bici, mangerà barrette crude a base vegetale, seguito da anguria, acqua con aminoacidi e una banana prima di correre.

La sua bevanda post-allenamento preferita è il succo di barbabietola fresco, che secondo lui aiuta ad aumentare l’ossigeno nel sangue.

La cena è una ciotola di , fagioli, avocado, broccoli e salsa tahini.

Ogni singolo nutriente può essere ottenuto da una dieta a base vegetale a base di cibi integrali. E ti dà la fibra che non puoi ottenere da quelle diete a base di carne.

Ma la dieta vegetale (vegana) di Joesph funziona davvero?

Per scoprirlo, il NYT ha parlato con tre esperti:

David C. Nieman , professore di scienze della e dell’esercizio fisico presso la Appalachian State University, che gestisce 58 maratone o ultramaratone e ha studiato corridori in eventi estremi.

D. Enette Larson-Meyer , professore associato di presso l’Università del Wyoming, nonché atleta competitivo di lunga data e autore di “Vegetarian Sports Nutrition”.

Nancy Clark, che si definisce “vegetariana per due terzi” – non ha carne a colazione o pranzo, ma a cena – è un’esperta di nutrizione sportiva in Massachusetts e autrice di “Nancy Clark’s Food Guide for Marathoners”.

Queste sono le risposte in sintesi.

Nancy Clark: alcuni atleti siano a corto di , un nutriente che si ottiene solo dalla carne e che può aiutare durante brevi periodi di intenso esercizio fisico, come lo sprint, anche se l’integrazione non è necessaria. La mia sensazione è che il duro allenamento vince su tutto. La dieta, se è salutare, non farà molta differenza.

David Nieman: I cibi che i vegani come Scott Jurek evitano, come i latticini e le uova, sono ovviamente i semplici modi per ottenere proteine ​​in una dieta a base vegetale. Ma hai ancora cereali, noci, soia. Mangia abbastanza e starai bene. L’unico problema è la , che si trova solo nella carne; La B12 è importante per gli atleti di resistenza, poiché influenza la produzione di globuli rossi. Ma molti cereali e sono fortificati con B12 ora, oppure puoi assumere integratori.

D. Enette Larson-Meyer: In generale, i sono più sani, con meno rischi di malattie cardiache e obesità, anche se ci sono obesi. Molte persone mi dicono che dopo aver iniziato una dieta vegetariana si sentono meglio, ma poi di nuovo, molti di loro – e credo che questo fosse il caso di Scott Jurek – prima stavano mangiando una dieta piuttosto scadente, quindi ovviamente si sentono meglio. Avrebbero potuto passare a una dieta a base di carne più sana e probabilmente si sarebbero sentiti meglio.

Fonti
outsideonline.com
nytimes.com

Foto per gentile concessione di, phytomaniac.com