Iridio pagherebbe per adattare i suoi 30 satelliti defunti – al giusto prezzo

Tempo di lettura: 1 minuto

La maggior parte dei di prima generazione di Iridium è sopravvissuta di gran lunga alle loro vite di progettazione, ma un numero elevato è fallito in orbita, dove rimangono come . La Iridium di McLean, Virginia, ha iniziato a deorbire la sua prima costellazione, costruita da Motorola e Lockheed Martin, nel 2017, sostituendoli con i di seconda generazione di Thales Alenia Space.

Dei 95 satelliti lanciati tra il 1997 e il 2002, 30 hanno funzionato male e rimangono bloccati in un’orbita terrestre bassa, secondo Jonathan McDowell, un astronomo del Centro di astrofisica di Harvard-Smithsonian.

Sette di quei satelliti defunti hanno orbite in cui la loro altitudine più bassa, o perigeo, scende al di sotto di 600 chilometri – il punto in cui la resistenza atmosferica è sufficiente per deorbitarli naturalmente entro pochi decenni.

I restanti 23, tuttavia, stanno orbitando da 100 a 200 chilometri più in alto, secondo McDowell, il che significa che probabilmente rimarranno in volo per almeno 100 anni, in assenza di rimozione attiva.

Fonte : spacenews.com