Iran, Giornalista russa detenuta per accuse di spionaggio

Condividi nei social net

La giornalista russa Yulia Yuzik è stata detenuta in Iran con l’accusa di spionaggio, secondo i suoi familiari e le notizie dei media russi.

La scomparsa di Yuzik è stata annunciata per la prima volta da sua figlia, che ha detto che sua madre è stata arrestata “in un altro paese” e che il suo processo era previsto per questo sabato. Lei affronta fino a 10 anni con l’accusa di collaborare con i servizi segreti israeliani, il giornalista Boris Voytsekhovskiy ha scritto su Facebook.

La portavoce del ministero degli Esteri Maria Zakharova ha scritto su Facebook che l’ambasciatore iraniano a Mosca è stato convocato per “chiarire” le circostanze della detenzione di Yuzik.

Yulia Yuzik uscirà presto, secondo quanto riferito dall’agenzia di stampa statale RIA citando il portavoce del ministero degli Esteri iraniano Abbas Mousavi.

Yuzik ha lavorato in Iran come corrispondente alcuni anni fa e vi è tornato di recente su invito di un partito sconosciuto, ha scritto Voytsekhovskiy.

Fonte
themoscowtimes.com