IRAN ALLA PROVA DELLA PANDEMIA

Tempo di lettura: 1 minuto

Nelle ultime settimane, l’ causata dalla diffusione del ha messo in ginocchio anche la Repubblica Islamica d’. Scoppiato con un focolaio nella città santa di Qom, il morbo si è ormai diffuso in quasi tutte le 31 province del Paese e sta interessando in modo considerevole la capitale , nonché le province di Qom, Gilan, Isfahan, Markazi, Semnan e Alborz.

Per cercare di rispondere all’emergenza, il governo ha istituito il Comitato Nazionale per la lotta al , task force speciale incaricata di studiare un piano solido e coordinato per fronteggiare la diffusione del contagio, guidata dal Presidente, Hassan Rouhani.

I dati ufficiali diffusi dal hanno finora riportato 20.000 casi positivi e più di 1.900 decessi.

Tuttavia, come denunciato anche dall’ufficio regionale dell’Organizzazione Mondiale della Sanità, le cifre annunciate dalle autorità sembrano essere significativamente ridimensionate rispetto ai dati rilevati dalle amministrazioni locali che, nelle prime ore dalla diffusione del contagio, avevano evidenziato una casistica maggiore.

Fonte : Cesi Italia .org