Internet, Liberta’ espressione: 8mld dollari perduti in economia globale

Tempo di lettura: 2 minuti

Nel 2019 l’ ha perso l’incredibile cifra di $ 8 miliardi a causa della chiusura di negli sforzi disperati dei governi per limitare la dei cittadini e il diritto all’.

In particolare, i governi prendono di mira principalmente i fornitori di servizi di social media con WhatsApp leader nelle ore di chiusura seguite da Facebook, , e .

In termini economici, le perturbazioni non hanno riguardato solo l’economia formale ma anche quella informale, soprattutto nelle nazioni meno sviluppate, con l’impatto della perdita di fiducia degli investitori e dello sviluppo incerto.

In Africa, il Sudan ha subito il peso maggiore delle chiusure di Internet a seguito delle proteste che hanno portato all’ dell’ex presidente Omar al-Bashir e alla conseguente caduta tra militari e civili.

Nel paese sono stati registrati 864 ore di blackout su Internet, 696 ore con arresti dei social media e costi complessivi per l’economia di $ 1,8 miliardi.

Altri paesi che hanno subito la chiusura di Internet in Africa sono stati Algeria, Ciad, , Etiopia, Zimbabwe, Mauritania, Egitto, Benin, Gabon, Eritrea e Liberia.

A livello globale, l’Iraq ha subito le maggiori perdite con arresti che sono costati all’economia $ 2,3 miliardi mentre l’India era terza con perdite di $ 1,3 miliardi.

L’Africa sub-sahariana è tra i luoghi in cui i governi stanno diventando sempre più intolleranti e stanno ricorrendo a chiusure di Internet, con un costo significativo per le economie.

Il rapporto sul costo globale degli arresti di Internet nel 2019 di Top10VPN.com, il più grande sito di recensioni VPN (Virtual Private Network) del mondo mostra che, nel 2019, l’economia globale ha perso l’incredibile cifra di $ 8 miliardi, a causa della chiusura di Internet, negli sforzi disperati dei governi per ridurre i cittadini “libertà di espressione e diritto all’informazione.

Il rapporto, che identifica l’impatto economico totale di tutti i principali blackout di Internet e interruzioni dei social media in tutto il mondo l’anno scorso, ritiene che ciò abbia rappresentato un aumento sostanziale del 235% rispetto ai 2,4 miliardi di dollari persi nel 2015/2016.

“Nonostante il loro impatto negativo sull’economia globale, i e i processi democratici, c’è poco da suggerire che le chiusure di Internet si fermeranno nel 2020”, afferma il rapporto.

Ha aggiunto che il 2019 è stato un anno record con 122 incidenti importanti registrati complessivamente per un totale di 18.000 ore di chiusure di Internet in tutto il mondo.

La situazione era peggiore nei paesi del e del Nord Africa, dove il costo degli arresti si attestava a $ 3,1 miliardi.

Fonti : Top10VPN / theestafrican