cervello umano photo courtesy 3d by author

Tempo di lettura: 2 minuti

L’intelligenza emotiva viene definita come la di i propri sentimenti e quelli altrui al fine di raggiungere obiettivi. Daniel Goleman esprime le cinque caratteristiche fondamentali dell’intelligenza emotiva, che ogni uomo codifica interiormente:

Consapevolezza di sé, la capacità di produrre risultati riconoscendo le proprie ;

Dominio di sé, la capacità di utilizzare i propri sentimenti per un fine;

Motivazione, la capacità di scoprire il vero e profondo motivo che spinge all’azione;

Empatia, la capacità di sentire gli altri entrando in un di contatto;

Abilità sociale, la capacità di stare insieme agli altri cercando di capire i movimenti che accadono tra le .

La consapevolezza delle proprie emozioni è un elemento chiave al fine di maturare un’appagante vita sociale fondata sull’interscambio e sulla capacità empatica, in un rapporto che coinvolge una pluralità di interlocutori.

L’utilizzo di questa forma di intelligenza si fonda sulla capacità di intuire i sentimenti, le aspirazioni e le emozioni delle persone che ci circondano e di avere una piena cognizione del proprio stato d’animo.

Questo consente di orientare opportunamente i comportamenti a favore di obiettivi individuali o comuni.

Ciò che ci permette di “emotivamente intelligenti”, quindi, non è sempre felici, ma accettare tutte le emozioni dentro di noi, e saperle utilizzare per vivere al meglio la nostra vita.

L’intelligenza emotiva è stata trattata la prima volta nel 1990 dai professori Peter Salovey e John D. Mayer nel loro articolo “Emotional ”.

Definiscono l’intelligenza emotiva come “La capacità di controllare i sentimenti ed emozioni proprie ed altrui, distinguere tra di esse e di utilizzare queste informazioni per guidare i propri pensieri e le proprie azioni”.

Tale definizione iniziale è stata poi successivamente aggiornata in quanto appariva imprecisa e priva di un ragionamento sui sentimenti, trattando solo la percezione e la regolazione delle emozioni.

È quindi stata definita come segue:

“L’intelligenza emotiva coinvolge l’abilità di percepire, valutare ed esprimere un’emozione; l’abilità di accedere ai sentimenti e/o crearli quando facilitano i pensieri; l’abilità di capire l’emozione e la emotiva; l’abilità di regolare le emozioni per la crescita emotiva e intellettuale.

Fonte
Wikipedia