Instagram, new entry: bikingsportriders alias bicisportriders

Tempo di lettura: 2 minuti

, dopo il suo lancio nel 2010, ha rapidamente guadagnato popolarità, con un milione di utenti registrati in due mesi, 10 milioni in un anno e 1 miliardo a maggio 2019. Nel mese di aprile 2012, ha acquistato il servizio per circa US $ 1 miliardo in contanti e azioni. A partire da ottobre 2015 , oltre 40 miliardi di foto sono state caricate nel servizio.

In questo social net l’agenzia di stampa Emmegi ha avuto diversi account hackerati, recuperati dopo specifiche azioni legali in quanto far valere i propri diritti, con tali tecnologiche, è farragionoso oltre che dispendioso.

Nel contempo, il magazine .net, prova la sua nuova avventura su Instagram aprendo l’account ‘bikingsportriders oppure bicisportriders‘. Tale pubblicherà ‘foto’ sul professionale e amatoriale, selezione di prodotti nuovi, ecc.

Il .net è anche sulla piattaforma social di Facebook, con quasi 500 followers.

Instagram ha iniziato lo sviluppo a San Francisco , quando Kevin Systrom e Mike Krieger hanno scelto di concentrare il loro progetto di check-in HTML5 , Burbn, sulla fotografia mobile. La parola Instagram è un portmanteau di macchina fotografica istantanea e telegramma.

Gli utenti possono caricare fotografie e brevi video, seguire i feed di altri utenti, e immagini geotag con il nome di una posizione.

Gli utenti possono impostare il proprio account come “privato”, richiedendo quindi l’approvazione di eventuali nuove richieste da parte dei follower.

Gli utenti possono collegare il proprio account Instagram ad altri siti di , consentendo loro di foto caricate su tali siti.

Instagram incoraggia gli utenti a creare tag specifici e pertinenti, piuttosto che parole generiche come “foto”, per far risaltare le fotografie e attirare gli utenti di Instagram affini.

Instagram è stato aggiornato ad ottobre 2019 con una modalità dark, che si sincronizza con iOS 13 e Android 10.

Il problema di Instagram, come altre piattaforme simili, è la pubblicazione di immagini inappropriate sulle quali però, secondo la consueta policy aziendale, il divieto non c’è perché l’utente può mettere il proprio account come privato.

Gli utenti di Instagram sono divisi equamente con il 50% dei proprietari di iPhone e il 50% dei proprietari di Android. Mentre Instagram ha un formato neutro in base al genere, il 68% degli utenti di Instagram è di sesso femminile mentre il 32% è di sesso maschile, in prevalenza negli stati uniti.

L’utilizzo di Instagram come mezzo pubblicitario è un’arma a doppio taglio, in primis necessita impiegare del tempo da dedicare, quindi togliendo risorse al lavoro che si sta svolgendo (prendendo come esempio chi svolge commerciale). In secondo cosa non è così scontato acquisire followers, salvo il consueto sistema degli acquisti ‘falsi’ ormai piaga di quasi una gran fetta dei social attuali che ben conosciamo.

Nell’ottobre 2019, Instagram ha annunciato che avrebbe rimosso la scheda “Seguendo” che consentiva agli utenti di vedere i Mi piace e i commenti degli account che seguivano. Il capo del prodotto di Instagram, Vishal Shah, ha spiegato il cambiamento: “Le persone non hanno sempre saputo che la loro attività sta emergendo. Quindi hai un caso in cui non serve il caso d’uso che hai costruito per, ma sta anche facendo stupire le persone quando viene mostrata la loro attività “.