L’industriale olandese JC Van Marken ( de ) introdusse il termine sociale ingenieurs in un saggio nel 1894. L’idea era che i moderni datori di lavoro avessero bisogno dell’assistenza di specialisti – “ingegneri sociali” – nel gestire le sfide umane , così come avevano bisogno di competenze tecniche ( ingegneri tradizionali) per affrontare sfide non umane (materiali, macchine, processi). Il termine venne in America nel 1899, quando anche la nozione di “ingegneria sociale” fu lanciata come il nome del compito dell’ingegnere sociale in questo senso.

“L’ingegneria sociale” era il titolo di una piccola rivista nel 1899 (dal 1900 intitolata “Servizio sociale”), e nel 1909 il titolo di un libro del suo ex editore, William H. Tolman(tradotto in francese nel 1910), che segna la fine dell’uso della terminologia nel senso di Van Marken. Con The Social Engineer del sociologo sociale Edwin L. Earp, The Social Engineer , pubblicato durante la “mania dell’efficienza” del 1911 negli Stati Uniti, è stato lanciato l’uso del termine che da allora è diventato standard: quello basato su una metafora delle relazioni sociali come “macchinari”, da trattare alla maniera dell’ingegnere tecnico.

Un prerequisito dell’ingegneria sociale è un insieme di informazioni affidabili sulla società che deve essere progettata e strumenti efficaci per eseguire l’ingegneria.

[ citazione necessaria ] La cui disponibilità è aumentata drammaticamente negli ultimi cento anni. Prima dell’invenzione della macchina da stampa, era difficile per gruppi al di fuori dei ricchi accedere a un corpus affidabile di informazioni, poiché i mezzi di comunicazione per trasmettere le informazioni erano proibitivi. Con l’avvento dell’era dell’informazione , le informazioni possono essere distribuite e prodotte su una scala senza precedenti. Allo stesso modo la tecnologia digitale ha aumentato la varietà e l’accesso a strumenti efficaci. Tuttavia, ha anche creato corpi di informazioni discutibilmente attendibili.

L’ingegneria sociale può essere svolta da qualsiasi organizzazione, indipendentemente dalle dimensioni o dalla sponsorizzazione nel settore pubblico o privato. [ citazione necessaria ] Alcune delle campagne più complete e più pervasive dell’ingegneria sociale sono quelle avviate dai potenti governi centrali con i sistemi di autorità per influenzare ampiamente gli individui e le culture nell’ambito della loro competenza. [ citazione necessaria ]

Campagne di ingegneria sociale estremamente intense si sono verificate in paesi con governi autoritari . Negli anni ’20 il governo dell’Unione Sovietica intraprese una campagna per modificare radicalmente il comportamento e gli ideali dei cittadini sovietici, per sostituire le vecchie strutture sociali dell’Impero russo con una nuova cultura sovietica, per creare il nuovo uomo sovietico .

I sovietici usavano giornali, libri, film, trasferimenti di massa e persino tattiche di progettazione architettonica per servire da ” condensatore sociale ” e per cambiare i valori personali e le relazioni private. In modo meno positivo, le esecuzioni politiche (ad esempio la Notte dei poeti assassinatia Mosca nel 1952), e probabilmente la paura di diventare una vittima di omicidi di massa con le uccisioni di massa sotto i regimi comunisti , ha avuto un ruolo influente nelle strutture di ingegneria sociale nella Russia sovietica. Esempi simili includono i programmi cinesi ” Great Leap Forward ” (1958-1961) e ” Cultural Revolution ” (1966-1976) e la deurbanizzazione della Cambogia dei Khmer Rossi (1975-1979).

A Singapore , le politiche abitative del governo tentano di promuovere un mix di tutte le razze all’interno di ogni distretto residenziale sovvenzionato, al fine di promuovere la coesione sociale e la lealtà nazionale fornendo al contempo ai cittadini alloggi a prezzi accessibili.

[ citazione necessaria ]In Tanzania negli anni ’70, il governo perseguì una politica di villagizzazione forzata sotto l’ operazione Vijiji per promuovere l’ agricoltura collettiva .

I regimi non autoritari tendono a fare affidamento su campagne di ingegneria sociale più sostenute che creano cambiamenti più graduali, ma alla fine di ampia portata. Gli esempi includono la ” Guerra alla droga ” negli Stati Uniti , la crescente portata dei diritti di proprietà intellettuale e dei diritti d’ autore e la promozione delle elezioni come strumento politico. La campagna per la promozione delle elezioni, che è di gran lunga il più riuscito dei tre esempi, è in vigore da oltre due secoli.

I teorici sociali della Scuola di Francoforte di Weimar in Germania come Theodor Adorno avevano osservato il nuovo fenomeno della cultura di massae commentò il suo nuovo potere manipolativo , quando l’ascesa dei nazionalsocialisti li spinse fuori dal paese intorno al 1930 (molti di loro furono collegati con l’ Istituto per la ricerca sociale negli Stati Uniti).

I nazionalsocialisti stessi non erano estranei all’idea di influenzare gli atteggiamenti politici e di ridefinire le relazioni personali. La macchina della propaganda nazionalsocialista sotto Joseph Goebbels era uno strumento sincronizzato, sofisticato ed efficace per plasmare l’opinione pubblica.

Analogamente, la giunta militare greca del 1967-1974 ha tentato di guidare l’opinione pubblica greca non solo attraverso la propaganda ma anche inventando nuove parole e slogan come il palaiokommatismos (vecchio partito), Ellas Ellinon Christianon (Grecia dei greci cristiani), e Ethnosotirios Epanastasis (rivoluzione salvifica nazione, significa colpo di stato ).

L’ingegneria sociale può essere utilizzata come mezzo per ottenere un’ampia varietà di risultati diversi, come illustrato dai diversi governi e altre organizzazioni che lo hanno utilizzato. La discussione sulle possibilità di tale manipolazione divenne particolarmente attiva dopo la seconda guerra mondiale , con l’avvento della televisione di massa , e la discussione continua di tecniche di ingegneria sociale, in particolare nella pubblicità , e il giornalismo basato sul pregiudizio , rimane abbastanza pertinente nel modello occidentale del consumatore capitalismo.

Il giornalismo, quando l’intento non è quello di riferire obiettivamente, ma di riferire con l’intento di influenzare atteggiamenti popolari e comportamenti sociali o di “modellare l’opinione pubblica”, rientra nell’ambito dell’ingegneria sociale. Ciò vale anche quando le informazioni che metterebbero in discussione i punti di vista e gli obiettivi sociali di un’istituzione giornalistica sono trattenute a favore di altre informazioni.

Nell’ambito del giornalismo etico, la conoscenza del pregiudizio personale e dello stabilimento / produttore consente al giornalista di evitare l’ingegneria sociale correggendolo e riportando prove fattuali in un modo che non promuove o si oppone a atteggiamenti e comportamenti sociali, e quindi li ritraccia o li nega come atteggiamento “popolare” e comportamento sociale preferibile in virtù dello stabilimento ”

Si noti che l’ingegneria sociale praticata nell’esclusione di elementi culturali e società interagenti ha portato a pogrom e omicidi di massa, in particolare quando impiegati da regimi autoritari. Spesso questo accade perché queste culture o società sono percepite come in possesso di tratti “indesiderabili”.

Gli ingegneri della recitazione hanno usato il semplice strumento “efficace” della violenza piuttosto che i metodi di persuasione e logica difficili e dispendiosi in termini di tempo.

La cautela nei metodi di ingegneria sociale include la considerazione dell’incompletezza intrinseca del loro corpo di informazioni e di come influisce sul loro utilizzo degli strumenti a disposizione. Analisi degli obiettivi dell’ingegneria sociale e della loro desiderabilità – che include i desideri della comunità che desiderano ingegnerizzare – rispondere alla domanda sull’etica della divulgazione.

L’ingegneria sociale senza consenso è una violazione della cultura, e costituisce un assalto equivalente a uno stupro, o si impadronisce per forza di quella cultura raptio .

[ citazione necessaria ] Consenso, piena divulgazione e coinvolgimento, presenta ulteriori difficoltà che aiutano a evitare l’emarginazione e i sentimenti di violazione all’interno della cultura. Si può ritenere che i tentativi a lungo termine di ingegneria sociale in Medio Oriente abbiano una reazione violenta, in quanto non includono i valori culturali, il corpo di informazioni attendibili o l’utilizzo di strumenti efficaci.

In difesa del paragone con lo stupro, si consideri l’articolo Raptio , che descrive l’origine della parola, che significa “cogliere preda, prendere con la forza”, da raper , un termine giuridico francese antico per “cogliere”, a sua volta dal latino rapere – “afferrare, trasportare con la forza, rapire”.

L’ingegneria sociale è un esercizio di rimozione di un atteggiamento o comportamento e la sua sostituzione con un altro. Che viene fatto con la forza, quando viene fatto senza consenso, ciò costituisce una violazione attraverso il rapimento di una cultura individuale o sociale e la sua sostituzione con la cultura degli ingegneri.

In Egitto, l’ingegneria sociale viene praticata dall’attuale regime autoritario e dai media controllati dall’Intelligence egiziana, Militare dal luglio 2013. Il colpo di stato da loro ideato per rovesciare il primo presidente eletto democratico, l’ex presidente Mohamed Morsi.

I media hanno criticato ogni mossa del Morsi durante questa presidenza di un anno che ha alimentato molte opposizioni contro di lui e ha provocato manifestazioni contro di lui in piazza Tahrir il 30 giugno 2013. Nonostante molti sostenitori di anche il Morsi venne in strada per sostenerlo. In seguito sono stati tutti uccisi e imprigionati nel massacro di Rabaa e sono stati etichettati come terroristi quando il generale Abdel-fatah el Sisi ha chiamato a dargli sostegno per porre fine al terrorismo.

Da allora Sisi utilizza l’ingegneria sociale controllando i media e falsificando prove e notizie per ottenere supporto, bloccando molte agenzie di stampa che si oppongono a lui e ai fornitori di VPN per impedire ai cittadini di ottenere qualsiasi altra fonte di notizie diversa da quella controllata da lui.

L’ingegneria sociale viene utilizzata anche sui bambini nelle scuole ordinando ai bambini di ripetere le frasi a sostegno di Sisi come “Lunga vita al presidente Sisi”. Il video è stato condiviso sui social media Facebook e visualizzato da 1,5 milioni di spettatori. Molti egiziani credono che sia un atto da imprimere sui bambini al fine di spostare il loro comportamento e pensare di temere un’altra rivoluzione in futuro come quella che ha spodestato l’ex presidente Mubarak guidato da giovani e giovani adulti nel gennaio 2011. Qualcosa a Poco simile alla Germania nazista quando Hitler stava usando bambini.

In India, l’ingegneria sociale è stata effettivamente realizzata [ da chi? ] nello stato di Bihar, su scala più vasta, per unificare diverse caste dopo il 2005.

La coerenza delle alleanze elettorali basate sugli estremi sociali tra le caste superiori e i Dalit è stata contestata da questo voto (sondaggio in riferimento indiano).

Fonte