Industrializzazione della Blockchain per la industria automobilistica

Tempo di lettura: 3 minuti

Secondo un rapporto dell’istituto IBM per il valore aziendale , si stima che entro il 2021 il 62% dell’ automobilistica utilizzerà la per vari casi d’uso. Alcuni dei marchi di auto più famosi e amati stanno attingendo al DLT.

Ancor di più, il 95% dei produttori di sta pianificando di effettuare investimenti “moderati o significativi” nella tecnologia con Enterprise attraverso la creazione di startup per aiutare lo sviluppo di potenziali soluzioni basate su blockchain.

Tuttavia, c’è un’area in cui Blockchain avrà il maggiore impatto ed è destinata a disgregarsi, che ha a che fare con Connected Car Technologies.

La prossima rivoluzione digitale che avrà un profondo impatto sull’ riguarderà la comunicazione e il veicolo autonomo. Per ora, ci sono diverse tendenze che sembrano dare forma al futuro di Connected Cars.

Il termine “auto connessa” viene utilizzato per descrivere la digitalizzazione di auto compatibili con l’IoT e i progressi della tecnologia che consentono ai veicoli di comunicare e connettersi tra loro su una rete.

Per darti un’idea migliore di come Blockchain viene applicato in questa istanza, passiamo in rassegna una serie di aziende che hanno iniziato a implementare questa tecnologia per risolvere i problemi esistenti e utilizzano Blockchain per introdurre una serie di nuove applicazioni.

…….

La consociata di Hyundai Motor Group, Hyundai AutoEver, ha annunciato una partnership formale con Blocko, una società sudcoreana specializzata in provider BahaS (Blockchain-as-a-Service). Blocko ha firmato un protocollo d’intesa con la piattaforma ICT di Hyundai Motor Group, con l’intenzione di collaborare per sviluppare una piattaforma interna per il colosso automobilistico.

Con l’aiuto di Blocko, Hyundai sta applicando Blockchain per salvaguardare la proprietà del veicolo, consentendo il tracciamento di informazioni riservate sul veicolo come il chilometraggio, la cronologia dei servizi e l’età.

Il fornitore BaaS è inoltre specializzato in soluzioni , introducendo Aergo, l’ultima impresa di Blocko destinata a consentire alle aziende di sfruttare maggiormente la tecnologia decentralizzata senza dover comprendere, introducendo una Blockchain unica.

Per ora, Hyundai intende utilizzare una piattaforma basata su blockchain per la gestione del ciclo di vita dei veicoli, Mobility-as-a-Service (MaaS) e assicurazioni. La società affiliata Hyundai che gestisce l’IT per tutti e 54 i sistemi del Gruppo Hyundai Motors. Puoi leggere di più qui .

———–

Il marchio automobilistico tedesco ha supportato Blockchain nel 2018, annunciando pubblicamente che utilizzerà la tecnologia come modo per condividere i dati delle auto a guida autonoma tra i partecipanti alla rete.

Nel tentativo di utilizzare dati preziosi raccolti da veicoli a guida autonoma, BMW prevede di utilizzare Blockchain per superare una delle maggiori barriere che ostacolano l’adozione di massa di autonomi sbloccando essenzialmente i dati che vengono conservati nei silos.

In passato, BMW ha collaborato con start-up basate su Blockchain come Vechain per lavorare sull’app VerifyCar dell’azienda, progettata per dare diritto a ciascun proprietario, un passaporto digitale del proprio veicolo.

L’azienda prevede inoltre di utilizzare la tecnologia per combattere gli odometri manipolati, che si stima costino $ 6,78 miliardi all’anno nella sola Germania.

La BMW ha anche aderito all ‘”iniziativa Mobility open Blockchain”, un gruppo nato con l’obiettivo di implementare la blockchain per rendere la mobilità più sicura, più verde, più e più accessibile.

Nei prossimi anni, BMW sarà uno dei pionieri nel settore automobilistico ad implementare la DLT per una serie di concetti che vanno dalla gestione della catena di approvvigionamento ai interconnessi.

-………….-

Un produttore di automobili specializzato in auto sportive di lusso ad alte prestazioni ha collaborato con la startup berlinese XAIN per testare applicazioni blockchain da integrare nei veicoli .

Si dice che Porsche sia la prima a implementare e testare con successo Blockchain secondo le dichiarazioni della società.

Nel corso degli anni, si dice che Porsche stia pilotando la tecnologia per l’applicazione del bloccaggio e dello sblocco di un veicolo, con la grande idea di lasciare temporaneamente ai proprietari di auto l’accesso alla propria auto

Oltre ai test, in passato Porsche ha finalizzato un prestito di $ 170 milioni utilizzando Blockchain, completando un accordo con il Banco Bilboa Vizcaya Argentaria (BBVA), una banca spagnola nota per essere un sostenitore della Blockchain e emettere prestiti societari sindacati.

Porsche è diventata ufficialmente la prima società non spagnola a completare un prestito a termine di acquisizione che è stato interamente organizzato attraverso un registro distribuito