Industria siderurgica in Cina

Tempo di lettura: 2 minuti

Nel 2018, la è stata il maggiore produttore mondiale di , rappresentando oltre il 50% dell’ mondiale e ne ha prodotto, nello stesso anno, 928 milioni di tonnellate, con un incremento di quasi il 100% rispetto al 2008.

6 dei 10 maggiori produttori di acciaio del mondo si trovano in Cina. I profitti sono bassi nonostante la continua domanda elevata a causa dell’elevato debito e della sovrapproduzione di prodotti di fascia alta fabbricati con le apparecchiature finanziate dall’alto debito.

Il governo centrale è consapevole di questo problema, ma non esiste un modo semplice per risolverlo poiché i governi locali sostengono fortemente la produzione locale di acciaio. Nel frattempo, ogni azienda aumenta in modo aggressivo la produzione.

Minerale di ferrola produzione ha tenuto il passo con la produzione di acciaio nei primi anni ’90, ma è stata presto superata dal minerale di importato e altri metalli nei primi anni 2000.

La produzione di acciaio, circa 140 milioni di tonnellate nel 2000 è aumentata a 419 milioni di tonnellate nel 2006 e 928 milioni di tonnellate entro il 2018.

Gran parte della produzione di acciaio del paese proviene da un gran numero di centri di produzione su piccola scala, uno dei più grandi è Anshan in Liaoning .

La Cina è stata il primo esportatore di acciaio al mondo nel 2018; i volumi delle nel 2018 sono stati di 66,9 milioni di tonnellate, in calo del 9% rispetto all’anno precedente.

Il declino ha rallentato la crescita decennale delle esportazioni di acciaio della Cina. A partire dal 2012 le esportazioni di acciaio hanno dovuto affrontare tasse diffuse e non erano tornate ai livelli precedenti al 2008. Tuttavia, nel 2015, le esportazioni cinesi di acciaio hanno raggiunto un livello record di 110 milioni di tonnellate.

La domanda interna è rimasta forte, in particolare nell’ovest in via di sviluppo, dove la produzione di acciaio nello Xinjiang era in espansione.

Il 26 aprile 2012, l’autorità di regolamentazione delle banche cinesi ha lanciato un avvertimento per prestare attenzione in merito al prestito di denaro a società siderurgiche che, a causa della caduta dei profitti della produzione e della vendita dell’acciaio, hanno talvolta utilizzato denaro preso in prestito a fini speculativi. Secondo la Iron and Steel Association l’ ha perso 1 miliardo di Rmb nel primo trimestre del 2012, la sua prima perdita dal 2000.

Nell’anno 2018, l’ siderurgica cinese ha registrato profitti di 470 miliardi di CNY ($ 70 miliardi) , che era superiore del 39% rispetto all’anno precedente.

Fonte
wikipedia.org