Indonesia, Governo sposta capitale a East Kalimantan; investimento previsto $ 33 miliardi

Tempo di lettura: 1 minuto

Il governo indonesiano intende spostare la sua attuale capitale (Giakarta) ad East Kaliman, che si trova in un’area di 180.000 ettari tra le reggenze di Kutai Kartanegara e Penajam Paser Utara, una provincia nel mezzo dell’arcipelago che ospita 3,5 milioni di persone e un’abbondanza di , tra cui petrolio e gas, legname e palme da olio.

East Kaliman è anche il più grande produttore di carbone dell’Indonesia, che lo scorso anno ha registrato il 62% della produzione nazionale di carbone e il maggiore contributo al PIL del Paese tra le cinque province del Borneo indonesiano.

Oltre alla sua forza economica e posizione strategica, il presidente – noto popolarmente come Jokowi – ha anche sottolineato che la provincia non è suscettibile a catastrofi naturali come terremoti ed eruzioni vulcaniche, rendendola ancora più ideale per ospitare la capitale del più grande sud-est asiatico economia.

La prossima capitale è quindi progettata per essere un centro amministrativo come la Putrajaya o l’Australia Canberra, mentre Giacarta, una metropoli affollata e inquinata che affonda di 20 cm all’anno, rimarrà un centro finanziario e commerciale.

Il finanziamento per lo sviluppo nella nuova capitale era destinato a fare più affidamento su accordi con imprese statali e private, sia nazionali che straniere, che sulle casse statali indonesiane, ma per raggiungere i 33 miliardi di dollari previsti per la costruzione di nuove è necessario ricevere investimenti di capitali esteri.

Fonte