India, Diritti Umani calpestati? Quarantena obbligatoria in una grotta per 6 turisti occidentali

Tempo di lettura: 1 minuto

Le nefandezze al tempo del sono allucinanti. La notizia arriva dall’India, da Eurasian News. Sei turisti hanno trascorso un mese di obbligatorio in una grotta dell’India, buttati fuori da un hotel a causa della quarantena. I turisti comprendono quattro uomini e due donne provenienti da Francia, Turchia, Ucraina, Stati Uniti e Nepal.

Le persone della città di Rishikesh, nell’India settentrionale, hanno informato la Polizia su questi turisti, ma li hanno costretti ad isolarsi per altre due settimane.

Nel contempo il 3 aprile 2020 i media hanno riferito che ci sono oltre 2000 turisti russi bloccati in India, i quali sono stati picchiati, molestati e persino violentati.

L’inaccettabile violenza verso i turisti, trovatisi in una situazione contingente causata da una , è una violazione dei .

.:.