Il virus sta creando un nuovo vocabolario della lingua italiana

Tempo di lettura: 1 minuto

Un vocabolario è l’insieme delle parole di una lingua (italiano), di un autore (Manzoni), di un campo del sapere o di un’attività (ingegneria). Un vocabolario è quindi un libro che contiene, in ordine alfabetico, quasi tutte le parole di una lingua.

Nel caso di questa si potrebbe ‘scomodare’ l’ della Crusca, un’associazione di letterati nata a Firenze nel 1582 con l’obiettivo di separare la lingua pura dalla lingua impura o, come dicevano loro, la farina dalla crusca, cioè la parte buona del grano macinato dallo scarto.

Infatti con il Corona, in Italia si sono coniati ed utilizzati alcuni termini a volte accoppiandoli fra loro, a volte in modo orrendo.

Ed ecco quindi che abbiamo letto nei vari DPCM ed ordinanze il ‘Distanziamento sociale’, il divieto di in luoghi pubblici, i Congiunti, ecc.

Nel contempo abbiamo anche avuto termini coniati dai comitati scientifici e certificatori sul ‘complottismo social’, , , troll nerd, haters flag, e via discorrendo.

Sull’onda di tutto arrivano alcuni media mainstream con termini come un ‘futuro socialmente distante’ pieno di aspettative, l’utilizzo della ‘virtualità sociale’, il ‘sesso tridimensionale’, gli ‘untori pandemici’ inteso i runner che correvano per attività motoria, ed altro ancora.

.*.