Il programma Insetti alleati by DARPA

Tempo di lettura: 2 minuti

ha iniziato a modificare gli insetti nel 2017, con il piano di produrre colture più resistenti per aiutare gli agricoltori a gestire i , la siccità, il gelo, le inondazioni, la salinità e le malattie, ha affermato Gizmodo.

La al centro del programma è un metodo completamente nuovo di modificare le colture.

Invece di modificare i semi in un laboratorio, gli agricoltori mandavano sciami di insetti nelle loro colture, dove i bug geneticamente modificati infettavano le piante con un virus che passa lungo i nuovi geni di resilienza, un processo noto come alterazione genetica orizzontale. Da qui il nome della tecnologia – Agenti di alterazione genetica ambientale orizzontale (HEGAA).

Perché HEGAA funzioni, Gizmodo spiega che i laboratori DARPA sviluppano un virus che viene inserito nel cromosoma di un organismo bersaglio.

Gli userebbero cavallette, mosche bianche e afidi geneticamente modificati in laboratorio usando CRISPR , o una variante di un sistema di modifica genetica, per trasportare il virus nelle colture.

Ogni pianta verrebbe quindi infettata dall’insetto, innescando gli effetti previsti della protezione delle colture dalle minacce naturali e / o umane.

Tuttavia, l’autore principale del rapporto, Richard Guy Reeves del Dipartimento di genetica evolutiva del Max Planck Institute for Evolutionary Biology , afferma che il programma Insetti alleati della DARPA è inquietante e un esempio di ricerca a duplice uso in cui il governo degli Stati Uniti, in aggiunta per aiutare le colture degli agricoltori, sta anche sviluppando un’arma biologica. Secondo quanto riferito, gli insetti alleati sono sostenuti da $ 27 milioni di finanziamenti.

Secondo Gizmodo, ci sono quattro team di ricerca accademici che stanno attualmente lavorando al progetto, tra cui ricercatori del,

Boyce Thompson Institute di New York

Pennsylvania State University

Ohio State University

Università del Texas ad Austin

DARPA sostiene che,

“tutto il lavoro viene condotto all’interno di laboratori chiusi, serre o altre strutture protette” e che gli insetti hanno una durata di vita integrata per limitare la loro diffusione.

Entro il 2020 o il 2021, DARPA sta pianificando di testare gli insetti infetti da virus sulle colture all’interno delle serre in luoghi non divulgati.

Reeves ha affermato che l’uso degli insetti come veicolo per la modificazione genetica è un’idea orribile perché non possono essere controllati e indica che gli spray tradizionali per la consegna di HEGAA sono la scommessa più sicura.

La DARPA afferma che gli insetti sono l’unica soluzione pratica, poiché l’irrorazione ambientale degli HEGAA richiederebbe una maggiore infrastruttura – qualcosa che non è disponibile per tutti gli agricoltori.

Fonti varie