Il porto di Abu Dhabi cresce e cerca clienti in Brasile

Tempo di lettura: 1 minuto

Il porto di Khalifa ad è uno dei porti più importanti del Golfo e ora ha una capacità di gestione di 2,5 milioni di unità equivalenti a venti piedi (TEU). L’obiettivo è raggiungere e forse superare 9,1 milioni di TEU entro il 2021 secondo il CEO di Ports, la compagnia che gestisce il porto nella capitale degli , Saif Al Mazrouei.

“Il progetto di espansione è in corso. Abbiamo costruito isole nel mare e siamo preoccupati per l’ambiente “, ha detto Mazrouei, aggiungendo che due anni fa la capacità del porto era di 1,5 milioni di TEU.

L’esecutivo ha parlato durante un seminario sulle opportunità commerciali nella zona di del porto di Abu Dhabi questo mercoledì (27) presso la araba brasiliana a San Paolo.

La presentazione ha riunito settanta rappresentanti di aziende alimentari, caffè, cosmetici, miniere, edilizia, commercio, consulenza sul commercio estero e altri.

L’evento ha visto i discorsi del direttore commerciale Khalifa Industrial Zone di Abu Dhabi (KIZAD) Khalid Al Marzooqi, console degli Uniti a San Paolo Ibrahim Salem Alalawi, Dubai Exports, specialista del dipartimento delle Zilda Rosa, ingegnere e agente KIZAD, Eduardo Kezh, Affari esteri della Camera araba il vicepresidente ambasciatore Osmar Chohfi e la responsabile delle informazioni di mercato Ana Becker.

Dopo l’evento, è stato firmato un protocollo d’intesa (MOU) tra la Camera araba e i porti di Abu Dhabi per la tecnica, la promozione del porto, eventuali eventi congiunti e altre attività.

L’evento ha visto la partecipazione del presidente della Camera araba Walid Yazigi e del vice presidente amministrativo Mohamad Mourad, del direttore del KIZAD William Atui e del direttore aziendale Mansoor Al Marar.

Fonte: Anba