Il nostro futuro nel lavoro è quello del “socialismo tecnologico”

Tempo di lettura: 1 minuto

Nei prossimi 2-5 anni, la convergenza di 5G, , VR / AR e un’economia da trilioni di sensori ci consentirà di mappare il nostro mondo fisico nello spazio virtuale e di sovrapporre uno strato di dati digitali ai nostri ambienti fisici. Improvvisamente, tutte le nostre informazioni saranno manipolate, archiviate, comprese e vissute in modo spaziale.

La e aumentata hanno già iniziato a sconvolgere il mercato della formazione professionale. Come previsto da ABI Research, entro il 2022 il mercato della formazione VR aziendale supererà i 6,3 miliardi di dollari.

A capo della carica, Walmart ha già implementato la realtà virtuale in 200 centri di formazione Academy, eseguendo oltre 45 moduli e simulando tutto, dalle richieste insolite dei clienti alla corsa allo shopping del Black Friday.

Nel mondo dell’ingegneria, Bell Helicopter utilizza la VR per accelerare in modo massiccio lo sviluppo e il collaudo del suo ultimo aereo, FCX-001. In collaborazione con Sector 5 Digital e HTC VIVE, Bell ha scoperto che potrebbe concentrare un tipico processo di di aeromobili di 6 anni nel corso di 6 mesi, trasformando i modelli fisici in repliche virtuali progettate da CAD.

Il Web 3.0 sta cambiando il modo in cui lavoriamo, dove lavoriamo e con chi lavoriamo. La virtuale e l’autenticazione basata su consentono la registrazione intelligente dei dati, la protezione dell’identità e il intelligente di risorse su richiesta.

Fonte : singularityhub.com