Il Messico rafforzerà la sua presenza culturale all’estero

Il è un potere culturale per la sua tradizione millenaria e la sua vasta gamma di manifestazioni artistiche e culturali, non per le azioni governative e quelle dirette dallo Stato, ha affermato Ricardo Castillo, della Direzione Generale della Promozione e dei Festival Culturali del Federale.

Il responsabile dei Progetti speciali della dipendenza ha assicurato che a breve termine “non saremo un potere economico, né potere scientifico e molto meno calcio”, motivo per cui ha esortato a rafforzare e ad approfittare di essere un potere culturale.

Durante le seconde esperienze e prospettive in Management, Financing e Promotion in Art Forum, tenutosi presso il National Arts Centre, ha sostenuto che il paese ha elementi che lo posizionano di fronte al mondo e lo rendono attraente all’estero per il suo cultura millenaria.

Castillo ha evidenziato la struttura culturale che il Messico ha non solo nel suo territorio con un gran numero di pubblici e privati, ma anche con una rete di istituti culturali in altre nazioni che dipendono dal .

Gli istituti culturali, ha aggiunto, sono in maggior misura negli , sebbene ce ne sia un altro in e due in : a Parigi, in Francia ea Madrid, in Spagna.

Tuttavia, con la formazione del Council of Cultural Diplomacy e con lo scopo di diversificare la presenza del Messico all’estero, Ricardo Castillo ha informato che c’è un progetto per crearne uno a Tegucigalpa, in Honduras. Ha escluso l’esistenza di un istituto messicano in e ha sottolineato che è urgente avere una presenza culturale in Asia.

“In termini di promozione culturale, il Messico ha fatto molto bene; per questo motivo, l’asse Frida Kahlo, Diego Rivera, i mariachi e la tequila sono così ben posizionati “, ha spiegato.

Il funzionario del Ministero della Cultura ha fatto riferimento al fatto che la di ha salvato la possibile voce dell’artista Frida Kahlo, che ha fatto il giro del mondo.

Dobbiamo cercare strategie, ha aggiunto, che promuovano nuove espressioni artistiche e culturali per posizionare il Messico all’estero.

Fonte