Il gruppo cinese Jingye concorda un accordo con British Steel

Tempo di lettura: 1 minuto

British Steel è stata salvata dalla società cinese Jingye potenzialmente risparmiando fino a 4.000 , ha detto oggi il Servizio Insolvenza del . Il governo del ha annunciato che i liquidatori del settore siderurgico, che erano stati in trattativa con la società turca Ataer, hanno stipulato un contratto con la società industriale cinese.

L’attività continuerà a commerciare normalmente durante il periodo tra lo scambio e il completamento.

L’accordo per British Steel, stimato in 70 milioni di sterline, è di grande importanza politica in poiché si prepara a eleggere un nuovo governo il 12 dicembre.

La mancanza di opportunità nell’ settentrionale, dove ha sede British Steel, è un problema elettorale, poiché il divario sociale tra nord e sud si allarga.

rte.ie